Altra condanna che risarcisce i precari

di
ipsef

red – Continua, dopo i rischi pignoramento dei beni del MIUR, la sequenza di condanne per abuso di precariato. I contratti non si possono reiterare per più di tre anni e i tribunali stanno sfornando sentenze di risarcimento danni. Questa volta è il tribunale di Torino su ricorso Codacons che condanna il MIUR "al pagamento del corrispondente trattamento stipendiale con decorrenza dal primo contratto a termine".

red – Continua, dopo i rischi pignoramento dei beni del MIUR, la sequenza di condanne per abuso di precariato. I contratti non si possono reiterare per più di tre anni e i tribunali stanno sfornando sentenze di risarcimento danni. Questa volta è il tribunale di Torino su ricorso Codacons che condanna il MIUR "al pagamento del corrispondente trattamento stipendiale con decorrenza dal primo contratto a termine".

Per il Codacons "si tratta di una sentenza molto importante, che spiana la strada ai risarcimenti in favore dei circa 2mila precari della scuola che, attraverso il Codacons, hanno fatto causa al Ministero dell’istruzione al fine di veder riconosciuti i propri diritti di lavoratori e ottenere le retribuzioni finora non percepite, a causa della perenne condizione di precarieta"’.

Versione stampabile
Argomenti:
soloformazione