Altomonte, Dirigente USR: basta genitori sindacalisti

di redazione
ipsef

item-thumbnail

I genitori che diventano sindacalisti dei figli, pronti a prendere le loro difese contro i professori “colpevoli” di affibbiare un brutto voto. 

E’ una delle letture date dal direttore generale dell’ufficio scolastico regionale della Sicilia, all’indomani della ennesima aggressione registrata ai danni di un docente, in una scuola di Palermo, da parte di un familiare.

Nota sul diario ad alunno, mamma sferra pugno in faccia all’insegnante

Alcuni giorni fa, appena uscita da scuola, una maestra aveva ricevuto un pugno da una mamma insoddisfatta del voto assegnato al figlio. Maria Luisa Altomonte, intervistata dal Giornale di Sicilia, non è voluta entrare nella dinamica dell’accaduto. Poco le importa, rispetto alle dinamiche di educazione familiare che degradano sempre di più.

A ridosso dell’episodio era intervenuto anche il ministro Bussetti per esprimere la sua solidarietà all’insegnante, schierandosi a sua difesa.

Dopo aver ricordato che compito della scuola è quello di insegnare, ha messo bene in risalto il ruolo della famiglia: “L’obbligo di insegnare qualcosa che forse è anche più importante ovvero a rispettare gli altri. Invece sempre più spesso i genitori si comportano come se fossero i sindacalisti dei figli e non adulti che invece dovrebbero esercitare con autorevolezza il loro ruolo“.

Versione stampabile
soloformazione