Alternanza scuola-lavoro. UDS NAPOLI:”Riprendiamoci il nostro tempo! Contro sfruttamento e diseguaglianze, per un’istruzione gratuita e di qualità!”

di redazione
ipsef

item-thumbnail

UDS – “Oggi ci siamo riuniti in assemblea e abbiamo deciso che il 13 Ottobre ci asterremo dalle nostre attività, dalla mattina in classe al pomeriggio nei percorsi di alternanza scuola-lavoro” – dichiara Mauro Esposito, studente del Villari e membro dell’UDS Napoli –

“E’ arrivato il momento di attaccare, non possiamo più subire la Buona Scuola che ha demolito ogni spazio di democrazia all’interno della scuola, non garantisce il diritto allo studio e ci ha mandato a lavorare gratuitamente nei percorsi di alternanza scuola-lavoro, come dimostrato dall’inchiesta regionale sull’alternanza scuola-lavoro in Campania che abbiamo condotto e che abbiamo pubblicato pochi giorni fa.”

“Il costo del materiale scolastico è sempre più alto, toccando cifre vicine a 1000 euro annuali per studente tra materiale e libri; le condizioni dei trasporti peggiorano costantemente tra sovraffollamento e diminuzione delle corse. Raggiungere scuola è sempre più difficile e gli abbonamenti gratuiti della Regione in questo contesto pietoso rappresentano un servizio strumentale che De Luca svolge al fine di mantenere il consenso” – continua Marco Galatro, membro dell’esecutivo regionale dell’Unione degli Studenti Campania – “e la risposta che dà la Regione ai disservizi è l’accusa ai lavoratori in sciopero ai quali va tutta la nostra solidarietà.”

“Nelle scuole l’aria è tesa. I dirigenti scolastici sono sempre più autoritari e decidono sulle nostre teste, rendendo la vita a scuola più complicata, dalla restrizione sugli orari di entrata e uscita al voler impedire il regolare svolgimento delle assemblee.” conclude Arianna Antonilli dell’UDS Napoli.

“Facciamo appello a tutte le studentesse e tutti gli studenti di Napoli e provincia: il 13 Ottobre scendiamo a Piazza Garibaldi per riprenderci il nostro tempo e per cambiare le nostre scuole. Contro lo sfruttamento e le diseguaglianze, per un’istruzione gratuita e di qualità!” conclude l’UDS Napoli.

Versione stampabile
anief anief
soloformazione