Alternanza scuola-lavoro. Siglato accordo USR Emilia-Romagna-Confagricoltura

di redazione

item-thumbnail

E’ stato siglato oggi il Protocollo d’Intesa tra Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia Romagna, Ufficio V – Ambito Territoriale di Bologna e Confagricoltura Bologna, finalizzato a promuovere attivita’ di collaborazione, scambio di esperienze e arricchimento dell’offerta formativa, inclusa la promozione di percorsi di alternanza scuola-lavoro.

Le azioni saranno co-progettate con le Scuole del territorio dello specifico settore, quali gli Istituti Tecnici “A. Serpieri” di Bologna e “Scarabelli-Ghini” di Imola.
La firma del protocollo di intesa consente di strutturare e promuovere fattivamente la realizzazione di attivita’ didattiche (seminari, progetti), attivita’ sperimentali congiunte, stage aziendali, tirocini formativi.
Strategico e’ ritenuto anche l’investimento sulle opportunita’ di orientamento, di supporto all’inserimento lavorativo e di promozione dell’imprenditorialita’.

Si ricorda, peraltro, che i percorsi di alternanza scuola-lavoro sono obbligatori per tutti gli studenti dell’ultimo triennio delle scuole di grado superiore [Legge n. 107 del 2015 (La Buona Scuola)].
La collaborazione appena siglata e’ mirata a mettere a disposizione, con il supporto di Confagricoltura, attivita’ e aree di progetto concepite ad hoc per sviluppare una progettazione con gli Istituti Tecnici della provincia, da realizzarsi presso le aziende associate dell’ambito agroalimentare-ambientale o presso l’associazione medesima.
Le attivita’ didattiche e di tirocinio potranno essere ispirate al massimo aggiornamento tecnologico e alla valorizzazione del potenziale tipico del territorio nel comparto agro-alimentare, sempre letti attraverso la coscienza del prioritario tema della tutela dell’ambiente.

Il Presidente di Confagricoltura Bologna, Guglielmo Garagnani, ha spigato: “Abbiamo deciso di investire nella formazione di una nuova generazione di imprenditori agricoli raccontando ai ragazzi degli Istituti cosa significhi davvero lavorare nei campi, consapevoli che esista un considerevole divario tra percezione e realta’. Lo faremo insegnando loro a fronteggiare le difficolta’ del fare impresa oggi, perche’ l’agricoltura ha bisogno di giovani preparati e pronti ad affrontare le sfide del comparto con idee innovative, grande professionalita’ e business plan orientati al mercato. E’ quindi necessario un patto tra agricoltori e scuole del territorio e noi ci impegneremo offrendo saperi, esperienza e progettualita’”.

In termini operativi, le attivita’ partiranno con l’imminente Anno Scolastico e saranno progettate e coordinate sotto la guida di uno specifico Tavolo di Coordinamento, cui siederanno i Dirigenti Scolastici degli Istituti “A. Serpieri” e “Scarabelli-Ghini”, rappresentanti di Confagricoltura e dell’Ufficio Scolastico Regionale – Ufficio V.

Versione stampabile