Alternanza scuola-lavoro, protocollo di intesa Miur-ANPAL. Arrivano i tutor nelle scuole

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il ministro Fedeli, nel mese di settembre, aveva annunciato che, per favorire i percorsi di alternanza scuola lavoro, sarebbero stati messi a disposizioni delle scuole secondarie di II grado mille tutor territoriali. 

Dalle parole si è passati ai fatti, grazie al protocollo di Intesa stipulato tra Miur e ANPAL (Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro), la cui finalità è di favorire l’integrazione fra il sistema dell’istruzione e formazione secondaria e il mondo del lavoro allo  scopo di sostenere e accompagnare le scuole nella realizzazione dei percorsi di Alternanza scuola-lavoro.

Queste le aree di intervento definite nel Protocollo:

  • rafforzamento del sistema di Alternanza scuola-lavoro negli Istituti di Istruzione Secondaria Superiore, statali e paritari, e costruzione di relazioni stabili con le imprese, attraverso i tutor per l’Alternanza
    scuola- lavoro messi a disposizione delle scuole nell’ambito del l’intervento specificato in premessa;
  • accompagnamento dell’Alternanza scuola-lavoro attraverso la qualificazione delle fasi di progettazione, gestione e monitoraggio
    dei percorsi;
  • assistenza ai tutor scolastici e aziendali impegnati nella realizzazione dei
    percorsi di Alternanza scuola-lavoro.

Sarà l’ANPAL a fornire i tutor alle Scuole.

Nell’ambito del Protocollo è prevista la costituzione di un Comitato paritetico, che avrà il compito di monitorare la realizzazione degli interventi e proporre gli opportuni adeguamenti volti  al miglioramento dei risultati.

Il Comitato è composto da rappresentanti del MIUR, di ANPAL e di
ANPAL Servizi.

L’Accordo è di durata triennale.

Il Protocollo

Versione stampabile
anief
soloformazione