Alternanza scuola-lavoro, i progetti Ericsson

di redazione

item-thumbnail

comunicato Ericsson – Promosso dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) e inserito all’interno della riforma del 2015 denominata “buona scuola”, il progetto di alternanza scuola-lavoro è rivolto a ridurre il divario tra l’ambiente lavorativo e il mondo dell’istruzione, facilitando la formazione dei giovani e orientandoli nelle scelte per il loro futuro.

Ericsson ha risposto con entusiasmo e concretezza a questa proposta del governo, offrendo il proprio contributo e integrando il programma ai progetti già attivi sul territorio, sostenendo attraverso il digitale lo sviluppo del sistema educativo e formativo italiano.

A luglio 2016 l’azienda e il MIUR, nella persona del Ministro Stefania Giannini, hanno firmato un protocollo di intesa volto a promuovere e consolidare la collaborazione tra il mondo scolastico e il sistema delle imprese e aiutare gli studenti delle scuole superiori, tramite diverse iniziative, ad acquisire competenze allineate alle richieste del mercato.

Il protocollo d’intesa si basa su quattro tipologie di iniziative:

• In primo luogo, Ericsson ha messo a disposizione un mix di competenze e strumenti tecnologici per offrire formazione specializzata agli studenti degli istituti secondari di secondo grado sia all’interno delle aule scolastiche che presso le sedi aziendali, avviando una serie di progetti di alternanza scuola-lavoro.

• Ericsson ha inoltre accresciuto i momenti formativi sul ruolo chiave rivestito dalle competenze digitali nel mondo del lavoro mettendo a disposizione degli studenti delle scuole superiori una selezione di corsi avanzati della Ericsson Academy, la piattaforma cloud per e-learning già destinata alla formazione di dipendenti, clienti e partner dell’azienda svedese.

• Sono stati inoltre attivati tirocini curriculari ed extracurriculari finalizzati ad arricchire il processo di apprendimento in ambito tecnologico e ampliate le partnership con il mondo universitario, che permettono agli studenti dei corsi di laurea di entrare in contatto diretto con l’azienda in occasione di master di specializzazione, project works e laboratori, così come nella preparazione di tesi di laurea in ambito ICT e telecomunicazioni.

• Infine, il protocollo d’intesa promuove il Programma EGO tra gli studenti e gli spin-off universitari, con l’obiettivo di stimolare e accelerare lo sviluppo di startup e nuove iniziative imprenditoriali.

[email protected], il progetto nato dalla collaborazione con il MIUR

A seguito del protocollo di intesa con il MIUR, anovembre 2016 a Roma, presso l’istituto Leopoldo Pirelli, Ericsson ha presentato l’iniziativa [email protected], che ha previsto lo sviluppo di tre distinte attività:

• L’avvio di un progetto di alternanza scuola-lavoro per i primi 60 ragazzi provenienti dall’istituto, con cui, attraverso lezioni teoriche, training in azienda e corsi in e-learning, gli studenti hanno potuto sviluppare sia competenze trasversali (soft skill), finalizzate a migliorare la comprensione del mondo del lavoro e ad orientare le loro scelte future, sia competenze specializzate in ambito tecnologico e digitale, con dei focus specifici sui trend emergenti dell’ICT- come le tecnologie cloud, l’Internet delle Cose, i big data, le reti 5G del futuro – per affrontare con successo l’ingresso nel mondo del lavoro.

• L’apertura ufficiale della piattaforma cloud per l’e-Learning “Ericsson Accademy” agli studenti, che ha garantito la possibilità di approfondire senza limiti di tempo e di spazio i temi con cui i ragazzi sono entrati in contatto nel corso dell’esperienza presso l’azienda.

• Infine, la Digital School, che ha previsto l’installazione nell’istituto Pirelli di un totem, abilitatore della trasformazione digitale della scuola.Tra le funzionalità del nuovo totem – dotato di schermo touch, wi-fi e servizi IT integrati – fruibili da studenti, insegnanti, genitori e personale amministrativo in loco o da remoto, la possibilità di richiedere certificati e permessi; consultare in tempo reale informazioni sull’orario delle lezioni, sul ricevimento dei professori e sulle attività extrascolastiche; effettuare pagamenti relativi ai contributi scolastici; accedere ai corsi online della Ericsson Academy.

Con Sodalitas, il progetto alternanza scuola-lavoro di Ericsson si estende alla formazione STEM

Ericsson ha partecipato all’edizione italiana della campagna europea “Deploy your talents,” lanciata lo scorso febbraio da Sodalitas con lo scopo di promuovere le materie STEM (Science, Technology, Engineering & Mathematics) presso gli studenti, fornendo loro competenze fondamentali per il loro futuro e contrastando gli stereotipi di genere che vedono le donne discriminate, riducendone fortemente l’accesso agli studi e quindi alle professioni STEM. Attraverso questa adesione, il progetto di alternanza scuola-lavoro di Ericsson è approdato a Milano, evolvendo ulteriormente.

L’iniziativa “Deploy your talents” ha visto Ericsson lavorare insieme ad altre 12 imprese leader del panorama italiano e a 12 istituti scolastici superiori, coinvolgendo oltre 400 ragazzi e ragazze, articolandosi in corsi di formazione, tutoraggio e project work svolti sia in classe che presso le aziende.

Il progetto è stato esteso in occasione della giornata internazionale per le donne dell’ICT, con l’invito rivolto alle studentesse a visitare i laboratori di Genova e Pagani (Salerno), dove hanno ricevuto un incoraggiamento a seguire i loro sogni nel mondo STEM e in particolare nell’ICT.

Il successo del progetto di Ericsson grazie all’iniziativa di volontariato Technology for Good

L’impegno di Ericsson nell’alternanza scuola lavoro ha prodotto risultati oltre le aspettative, estendendo con successo, grazie ai diversi progetti messi in campo, il proprio raggio d’azione e coinvolgendo 400 ragazzi, in 5 diverse città e in 10 scuole, tra cui, oltre all’Istituto Superiore Leopoldo Pirelli di Roma: il Liceo Scientifico Volterra di Ciampino (RM), a Grottaferrata (RM) il Liceo Scientifico Touschek, a Milano il Liceo Scientifico G. Marconi, a Napoli l’Istituto d’Istruzione Superiore “Sannino-Petriccione,” a Torre del Greco (NA) il Liceo Scientifico A. Nobel, a Nocera Inferiore (SA) il Liceo Scientifico Nicola Sensale, a Pagani il Liceo Scientifico M. Mangino e a Genova, l’Istituto Tecnico Italo Calvino e il Liceo Scientifico Luigi Lanfranconi.

Questo importante risultato, con cui Ericsson ha dimostrato di avere a cuore l’interesse dei giovani, la loro formazione e il futuro del paese, è stato raggiunto grazie all’impegno di 90 manager ed esperti Ericsson, che hanno messo a disposizione degli studenti coinvolti il proprio tempo e la propria esperienza, facilitando l’implementazione di queste attività negli istituti italiani.

Tutto questo è stato realizzato grazie al “Technology for Good Employee Volunteer Program”, il progetto di volontariato che Ericsson ha lanciato nel 2016 per i propri dipendenti in Italia e nella Regione Mediterranea. Grazie a questa iniziativa l’azienda è stata in grado di erogare 20.000 ore di alternanza scuola-lavoro, durante le quali i giovani sono stati seguiti e consigliati, ricevendo un valido supporto per la loro formazione.

Versione stampabile