Alternanza scuola-lavoro, orario innalzato a 210 per professionali. Approvato emendamento, i dettagli

di redazione
ipsef

item-thumbnail

La Camera del deputati ha dato il sì ad un emendamento presentato dall’onorevole, nonché ex Ministro dell’istruzione, Maria Stella Gelmini sull’alternanza scuola-lavoro.

Su cosa interviene l’emendamento?

L’emendamento interviene sulle modifiche apportate dall’attuale Governo al monte ore per l’alternanza scuola-lavoro. Ricordiamo che il percorso è stato abbreviato per tutti gli indirizzi delle superiori. Questo il monte ore come modificato dall’attuale Governo:

a) non inferiore a 180 ore negli istituti professionali
b) non inferiore a 150 ore negli istituti tecnici;
c) non inferiore a 90 ore nei licei.

Una operazione che farà risparmiare 50milioni di euro.

Cosa prevede l’emendamento?

L’emendamento presentato dalla Gelmini, nonché approvato dalla maggioranza,  incrementa da 180 ore a 210 ore l’entità dell’orario minimo complessivo da destinare obbligatoriamente ai percorsi per le competenze trasversali (precedentemente di alternanza scuola-lavoro) nelle tre classi terminali dei corsi di studio degli istituti professionali.

Si tratta di un emendamento inserito nell’articolo 57 relatrivamente ai percorsi di competenze trasversali che modifica il comma 18, lettera a), incrementando da 180 ore a 210 ore l’entità dell’orario complessivo da destinare obbligatoriamente ai percorsi per le competenze trasversali (precedentemente di alternanza scuola-lavoro) nelle 3 classi terminali dei corsi di studio degli istituti professionali.

Versione stampabile
anief
soloformazione