“Alternanza Scuola Lavoro nei Licei: Missione Possibile”, al Miur liceali hanno raccontato le loro esperienze

di redazione
ipsef

item-thumbnail

comunicato Miur – “Vogliamo raccontare che l’alternanza scuola-lavoro nei licei non solo è possibile ma anche efficace e stimolante. Abbiamo voluto che le studentesse e gli studenti dei Licei, alcuni dei tanti che ho avuto il piacere di visitare in questi ultimi due anni in giro per l’Italia, raccontassero le esperienze di alternanza realizzate nelle loro scuole”.

Così il Sottosegretario al Miur, Gabriele Toccafondi, delinea il tema del Convegno “Alternanza Scuola Lavoro nei Licei: Missione Possibile”, tenutosi oggi presso la Sala della Comunicazione del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

“Il Convegno – prosegue il Sottosegretario – è stato, infatti, l’occasione per riflettere sull’importanza dell’alternanza scuola-lavoro in una tipologia di scuola che sembrava esserne estranea. La Sala della Comunicazione ha accolto le ragazze e i ragazzi impegnati in progetti di alternanza nei diversi licei – classico, scientifico, scienze umane linguistico, artistico musicale e coreutico- che hanno raccontato le loro esperienze, testimoniando il valore di una collaborazione proficua tra un percorso formativo, che ha profonde radici storiche, artistiche e culturali, e la realtà del lavoro. Una collaborazione che conduce ad una forma straordinariamente efficace di educazione all’imprenditività”. “Dopo due anni d’impegno costante finalmente possiamo affermare che qualcosa sta cambiando – sottolinea Toccafondi – perché il tema dell’alternanza è prima di tutto di origine culturale: si deve superare la convinzione che prima viene lo studio e poi il lavoro e, per fortuna, sia la scuola che gli enti pubblici e le imprese private si stanno accorgendo che l’Alternanza Scuola-Lavoro è uno strumento fondamentale per la crescita delle studentesse e degli studenti. Siamo sicuri che lavorando in sinergia con tutti i soggetti coinvolti, soprattutto per il bene dei ragazzi, saremo in grado di dimostrare che la scuola italiana è viva ed è in grado di produrre eccellenze di cui essere tutti orgogliosi”.

Le e i liceali costituiscono quasi la metà della popolazione studentesca coinvolta nei percorsi di alternanza Scuola-lavoro: il 48% del totale, contro il 31% degli Istituti tecnici e il 21% degli istituti professionali. Complessivamente, l’86% di tutte le istituzioni scolastiche italiane vedono i propri studenti del triennio coinvolti nell’alternanza, oltre 200mila sono le realtà lavorative coinvolte, il 64% delle quali sono imprese.

Nel corso della giornata organizzata al Miur, moderata dal direttore del portale Skuola.net, dopo i saluti istituzionali del Sottosegretario Toccafondi e della Capo Dipartimento per il Sistema educativo di istruzione e formazione Rosa De Pasquale, le studentesse e gli studenti provenienti da 13 Licei di tutta Italia hanno raccontato le loro esperienze di alternanza scuola-lavoro e illustrato i progetti realizzati nelle ore trascorse presso gli enti o le aziende che li hanno accolti.

Realizzazione di una mappa tattile della scuola, alle attività di ricerca e restauro delle opere d’arte, organizzazione di mostre d’arte, ricostruzione virtuale di un tempio, produzione di un video sulla storia del doping, redazione di un libro sulla storia dell’edificio scolastico, modellazione di manufatti architettonici per la realizzazione di un museo virtuale. Sono solo alcune delle attività realizzate dalle e dai liceali che hanno partecipato questa mattina al convegno, evidenziando come l’alternanza scuola-lavoro nei licei sia “una sfida possibile”.

Roma, 15 novembre 2017

Versione stampabile
anief anief
soloformazione