Alternanza scuola-lavoro, monitoraggio dal 15 luglio. Le indicazioni del Miur

di redazione
ipsef

La legge n. 107/2015, com'è noto, ha reso obbligatori i percorsi di alternanza scuola lavoro per tutti gli istituti secondari di II grado, a partire dalle classi terza a.s. 2015/16. 

La legge n. 107/2015, com'è noto, ha reso obbligatori i percorsi di alternanza scuola lavoro per tutti gli istituti secondari di II grado, a partire dalle classi terza a.s. 2015/16. 

Negli istituti tecnici e professionali gli allievi devono svolgere, nel corso del secondo biennio e del quinto anno, 400 ore di alternanza, mentre nei licei, nel corso del triennio, almeno 200 ore.

Il Miur, considerata l'importanza che la suddetta legge attribuisce ai citati percorsi, ha deciso di avviare un monitoraggio (anche lo scorso anno era previsto, sebbene l'alternanza non fosse obbligatoria), al fine di verificare le iniziative intraprese e il loro andamento tramite l'acquisizione di dati completi da parte delle Istituzioni scolastiche.

Le scuole devono comunicare i dati relativi alle classi terze, anche quarte e quinte se avevano già avviato esperienze di alternanza scuola-lavoro, dal 15 luglio al 15 settembre 2016, secondo la seguente procedura da effettuare sul portale SIDI nell’area “Alunni – Gestione Alunni – Alternanza scuola lavoro":

1. “Percorsi di alternanza scuola lavoro”: la scuola deve inserire i dati generali relativi ad ogni specifico percorso attivato, quali: descrizione del percorso, tipologia(Alternanza scuola lavoro o Impresa Formativa Simulata), durata, data inizio e fine, ore in aula e ore presso struttura, tipologia dei fonti di finanziamento, struttureassociate.

2. “Gestione Sedi”: la scuola deve censire le sedi/strutture presso le quali sono erogati i percorsi di alternanza scuola lavoro, indicando le informazioni delle aziendecon le quali ha stipulato le convenzioni per l’alternanza scuola lavoro e le relative sedi/strutture. Per facilitare il lavoro delle scuole quest’anno è prevista lavisualizzazione delle sedi/strutture già censite nell’anno precedente con possibilità di conferma.Le attività 1 e 2 sono propedeutiche e funzionali per la fase successiva.

3. “Alunni in Alternanza Scuola Lavoro”: la scuola associa i percorsi precedentemente definiti al singolo alunno o a gruppi di alunni della classe.

Oltre ai suddetti dati, le scuole comunicano, dal 29 luglio al 15 settembre 2016,  gli allievi che hanno conseguito la certificazione (intermedia/finale) delle competenze acquisite, tramite l'apposita funzione “Gestione delle certificazioni” presente nell’area “Gestione Alunni – Alternanza Scuola Lavoro – Percorsi di alternanza scuola lavoro”.

I dati, relativi alla prima e alla seconda procedura appena descritte, dopo la chiusura delle funzioni non possono essere più modificati.

Le scuole possono avvalersi, nell'ambito delle suesposte comunicazioni, di un'apposita Guida presente nell’AreaProcedimenti Amministrativi ed hanno la possibilità di richiedere ulteriori chiarimenti all'Ufficio Statistica e Studi.

La nota del Miur

Versione stampabile
anief
soloformazione