Alternanza scuola-lavoro, Fratoianni (SI): ascoltiamo giovani scesi in piazza. Necessaria inchiesta ministeriale

di redazione
ipsef

item-thumbnail

comunicato Sinistra Italiana – “La politica e le istituzioni aprano gli occhi: oggi sono scesi in piazza migliaia di ragazzi e ragazze in tutta Italia che vogliono un futuro per la propria vita. Un futuro che non sia fatto di sfruttamento prima e di precariato dopo. L’applicazione della Buona Scuola si è trasformata nella realtà, come temevamo, in confusione, processi formativi che al di là di alcune marginali esperienze positive hanno ben poco di formativo ed educativo. È arrivato il momento di dire stop.”

Lo afferma Sinistra Italiana con il segretario nazionale Nicola Fratoianni.

“Lo ripeto ancora una volta – prosegue il leader di SI – serve una moratoria delle esperienze di studio-lavoro, un’inchiesta ministeriale attenta e precisa, e solo dopo, sottolineo solo dopo, decidere il che fare.”

“Poi nei prossimi giorni – insiste il segretario di SI – il mondo della scuola valuterà, e anche noi lo faremo, se i tanti annunci fatti alla vigilia della legge di bilancio sono promesse al vento o c’è qualcosa di vero. Dato quello che è accaduto negli ultimi anni il nostro pessimismo è motivato. Sarebbe un ulteriore danno al Paese deludere ulteriormente il mondo della scuola con meno risorse per la formazione, con le scuole che cadono a pezzi, con gli insegnanti sempre più demotivati e sfiduciati.

“A partire da oggi – conclude Fratoianni – il governo e il Pd con umiltà colgano l’occasione e cerchino di riparare ai guasti da loro compiuti. Il segnale che ci mandano i giovani del nostro Paese deve essere raccolto. ”

Lo rende noto l’ufficio stampa di Sinistra Italiana

Versione stampabile
anief anief
soloformazione