Alternanza scuola-lavoro, Fratoianni (LeU): no a impiego studenti per Meeting di Comunione e Liberazione

di redazione
ipsef

item-thumbnail

“Che la Regione Marche spenda quasi 100mila euro, del Fondo Sociale Europeo, per uno stand di 40 mq. al prossimo Meeting di Comunione e Liberazione è assolutamente incomprensibile.

Che poi un assessore regionale chieda ai Dirigenti Scolastici di favorire la presenza di 50 studenti per provincia, per portarne 250 a lavorare gratis
allo stand – pagato con soldi pubblici – presso l’evento nazionale di CL pretendendo di far rientrare questa operazione nelle attività di alternanza scuola-lavoro è assolutamente fuori dal mondo.”

Lo afferma il segretario nazionale di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni, di Liberi e Uguali.

“I progetti di alternanza scuola lavoro – prosegue l’esponente di Leu della commissione Cultura di Montecitorio – servono a rafforzare il legame tra percorso formativo e la sua diretta proiezione lavorativa; non certo come esperienza di lavoro gratuito per un movimento politico culturale.

È evidente che a questo punto sia necessario un pronunciamento del Miur, ed un intervento diretto del ministro della Pubblica Istruzione”

” Se la Giunta regionale delle Marche e il Pd – conclude Fratoianni – vogliono finanziare copiosamente e surrettiziamente Comunione e Liberazione, per logiche di bassissima cucina politica, se ne assuma la responsabilità, ma non utilizzi gli studenti e la scuola pubblica. Comunque vedremo cosa ci dirà al riguardo il governo in Parlamento”

Alternanza scuola-lavoro, Rete Studenti Medi Marche: no in un convegno politicizzato

Versione stampabile
anief
soloformazione