Alternanza scuola-lavoro, Fedeli: studenti impegnati nei percorsi non devono essere caricati di compiti a casa

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il Ministro Fedeli è intervenuto sull’Alternanza scuola-lavoro, nello specifico, sull’equilibrio che dovrebbe esserci tra impegno in azienda (quando gli studenti svolgono alternanza) e compiti a casa. 

Ce ne parla l’Ansa, riportando le affermazione della Fedeli nel corso di una  videochat di Skuola.net.

Le ore di alternanza – sottolinea il Ministro – sono parte integrante del percorso formativo degli studenti, diversamente da quanto si tenda ancora a pensare.

Pertanto, prosegue la Fedeli, quando gli studenti sono impegnati nello svolgimento dell’esperienza di ASL non dovrebbero essere caricati di compiti a casa.

I docenti – ha concluso – non possono mostrare un atteggiamento di ostilità.

Versione stampabile
anief anief
soloformazione