Alternanza scuola -lavoro, Fedeli: garantire percorsi di formazione validi. 16 dicembre gli stati generali

di redazione
ipsef

item-thumbnail

La ministra dell’Istruzione, Valeria Fedeli, stamani a Perugia in occasione dell’inaugurazione dell’anno accademico dell’Università per stranieri, è tornata a parlare di alternanza scuola-lavoro.

“Alternanza scuola-lavoro – ha detto Fedeli ai giornalisti –
è una innovazione di competenze che noi dobbiamo dare a tutte le
ragazze e a tutti i ragazzi come avviene anche nei migliori
percorsi di formazione, per esempio in Germania”.

La ministra dell’istruzione ha puntualizzato che l’alternanza  è formazione per cui va stroncata “quella minoranza che accoglie i nostri ragazzi e le nostre ragazze, non sapendo che alternanza è una forma di
apprendimento didattico”.

Infine ricordando che gli Stati Generali dell’alternanza scuola-lavoro si terranno il 16 dicembre prossimo, ha precisato:”sono necessari perché questa innovazione qualificante didattica deve vedere la responsabilità e la corresponsabilità di tutti i soggetti che accolgono i nostri ragazzi in alternanza”. “E’ una sfida del Paese – ha concluso la ministra Fedeli –
far acquisire nuove competenze”.

Versione stampabile
anief anief
voglioinsegnare