Alternanza scuola lavoro: facoltativa e con meno ore. Mozioni dei Collegi Docenti in vista degli Stati Generali del 16 dicembre

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Gli Stati Generali dell’alternanza scuola-lavoro si terranno il 16 dicembre prossimo. In vista di questo importante appuntamento alcune scuole stanno predisponendo delle mozioni che diano la misura di cosa, nelle scuole, si pensa concretamente di questa attività formativa e si forniscono suggerimenti per renderla possibile all’interno dell’attuale panorama scolastico.

Mozione Liceo Scientifico Cattaneo di Torino Così non studiano più, troppi impegni per studenti. Dimezzare le ore

Mozione Liceo Classico e Liceo Classico Europeo “M. Foscarini” di Venezia

CHIEDE

una modifica legislativa che preveda, nell’ottica del rispetto della libertà di insegnamento prevista dall’art. 33 della Costituzione e della piena attuazione dell’autonomia, di cui all’art. 21 L.n. 59 /1997, peraltro richiamata tra gli obiettivi principali della stessa Legge 107/2015 art. 1 c. 1, che siano gli organi collegiali delle Istituzioni scolastiche a deliberare:

  • se svolgere o meno le attività di Alternanza scuola lavoro, in base agli obiettivi didattici e formativi del Ptof;
  • la determinazione del quantitativo complessivo minimo di ore di Alternanza scuola lavoro da garantire nel secondo biennio e nell’ultimo anno.

Lo stesso il contenuto della Mozione del Collegio dei docenti dell’I.I.S. “M. Polo – Liceo Artistico” di Venezia

Eventuali altre mozioni possono essere inviate a [email protected]

Nel frattempo il Miur ha emanato una nota con la quale si dà avvio alla Piattaforma per la gestione dell’alternanza scuola lavoro. In essa gli studenti, tramite una specifica funzione presente sulla propria scrivania, possono segnalare le criticità riscontrate durante l’esperienza di alternanza.

Il Ministro Fedeli ha precisato:  “E’ una sfida del Paese far acquisire nuove competenze”.

Versione stampabile
anief anief
soloformazione