Alternanza scuola-lavoro, ecco l’intesa istitutiva del Registro nazionale. Nota Miur e Protocollo con Unioncamere

WhatsApp
Telegram

Il 23 febbraio u.s., il Miur ha siglato un protocollo d’intesa con Unioncamere, con il quale si è concretizzata l’istituzione del Registro nazionale per l’alternanza scuola-lavoro. 

Il Registro è costituito da due parti:

1) un’area aperta e consultabile gratuitamente, in cui sono visibili le imprese e gli enti pubblici e privati disponibili a svolgere i percorsi di alternanza. Per ciascuna impresa o ente il registro riporta il numero massimo degli studenti ammissibili e i periodi dell’anno in cui è possibile svolgere l’attività di alternanza.

2) una sezione speciale del registro delle imprese, a cui devono essere iscritte le imprese per l’alternanza scuola-lavoro; tale sezione consente la condivisione delle informazioni relative all’anagrafica, all’attività svolta, ai soci e agli altri collaboratori, al fatturato, al patrimonio netto, al sito internet e ai rapporti con gli altri operatori della filiera delle imprese che attivano percorsi di alternanza.

Il dirigente scolastico o il responsabile dell’istituzione formativa, che accede al Registro, individua le imprese o gli enti pubblici e provati disponibili all’attivazione dei percorsi di alternanza; dopo la citata individuazione si dovrà procedere alla stipula di apposite convenzioni o contratti, anche finalizzati a favorire l’orientamento scolastico e universitario.

Il Registro ha la funzione fondamentale di agevolare il rapporto tra scuola e impresa e si configura come uno strumento di trasparenza, pubblicità e programmazione delle politiche e degli interventi volti alla diffusione dell’alternanza scuola-lavoro e dell’apprendistato.

nota e protocollo istitutivo del Registro

WhatsApp
Telegram

Concorso per dirigenti scolastici. Corso preparazione: 285 ore di lezione, simulatore Edises con 14mila quiz e modulo informatica. Nuova offerta a 299 euro