Alternanza scuola-lavoro, Confcooperative: coinvolti 15mila studenti. Toccafondi: proseguire strada intrapresa

di redazione
ipsef

item-thumbnail

E’ stato presentato, in data odierna, “www.workinclass.it/”, il progetto di alternanza scuola-lavoro di Confcooperative, che ha impegnato 15.000 alunni in due anni.

Il progetto è consistito in varie attività: dalla progettazione di eventi culturali alla produzione di ortaggi alla consegna a domicilio di piatti pronti.

I percorsi, come ha affermato il presidente di Confcooperative, Maurizio Gardini, hanno permesso agli studenti di inventare, progettare e gestire un’impresa.

Il Sottosegretario al Miur, Gabriele Toccafondi, anch’egli presente all’evento, ha espresso tutta la propria soddisfazione riguardo alla collaborazione con Confcooperative. Queste, come apprendiamo dall’Ansa, le sue parole:

“L’alternanza è sempre frutto di una cooperazione tra scuole e mondo del lavoro. Oggi con Confcooperative questa cooperazione è al quadrato e di questo non posso che ringraziare il presidente Gardini e chiedere a tutti voi di aumentare le possibilità per far fare esperienze vere di alternanza ai ragazzi” .

Toccafondi ha poi ricordato il lavoro svolto dal Miur, insieme ad altri Ministeri, al fine di sensibilizzare le imprese all’alternanza scuola-lavoro, menzionando al riguardo il progetto Anpal e i bandi di Unioncamere per aiutare le aziende sul tutor aziendale. Ha, poi, ricordato l’apposito bando PON.

Il Sottosegretario, infine, ha ricordato che, sebbene siano stati fatti passi in avanti, il lavoro da svolgere, affinché l’alternanza permetta di raggiungere gli obiettivi prefissati, è ancora lungo, considerati anche i numeri relativi ai ragazzi, che saranno coinvolti dal prossimo anno scolastico (1,5 milioni).

Versione stampabile
soloformazione