Alternanza scuola lavoro, alunni propongono legge per contributi figurativi

WhatsApp
Telegram

In Trentino, l’alternanza scuola lavoro potrebbe diventare un’esperienza vera sotto tutti gli aspetti, compreso quello contributivo sia pure in forma figurativa.

E’ quanto prevede una proposta di legge di iniziativa popolare presentata da un istituto di Trento.

Per portare avanti la proposta da presentare in Parlamento, la scuola si è costituita nel comitato “Vivere il diritto” e ha ottenuto la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del documento.

Il Sole24Ore ha raccontato tutti i dettagli dell’iniziativa, sentendo direttamente gli studenti.  “Con l’aiuto della nostra professoressa di diritto, Giovanna Giugni – si legge sul quotidiano della Confindustria – abbiamo deciso di realizzare una proposta di legge di iniziativa popolare riguardante la richiesta di veder riconosciuti contributi figurativi dal lavoro svolto nel periodo di alternanza scuola lavoro durante il triennio scolastico”.

Le ore trascorse sui posti di lavoro avrebbero almeno un riconoscimento contributivo calcolato sulla presenza effettiva registrata durante le attività di alternanza. Secondo i promotori si tratta di uno strumento da cui gli studenti potranno trarre vantaggio in futuro.

Cogliendo l’importanza degli strumenti forniti dal web, gli alunni hanno anche aperto un sito collegato a profili sulle piattaforme Facebook e Instagram per portare avanti il loro progetto e incentivare la raccolta delle firme.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur