Alluvione Toscana, sindaco di Prato: “Non avevamo disposto la chiusura delle scuole, ci avevano detto allerta gialla/arancione”

WhatsApp
Telegram

“Sull’allerta mi taccio! Noi avevamo l’allerta gialla per pericolo di pioggia e arancione per l’idraulico. Il problema è che era rosso anzi rossissimo. Sappiamo tutti che la meteorologia non è una scienza esatta, infatti noi eravamo pronti e sapevamo che avrebbe piovuto. La protezione civile qui della città era pronta come il centro operativo”. Lo ha detto Matteo Biffoni, sindaco di Prato, a 24 Mattino su Radio 24, dopo l’ondata di forte maltempo che ha colpito la Toscana.

“Non avevamo disposto la chiusura delle scuole perché con l’allerta arancione non l’abbiamo mai chiuse. L’ho disposta poi dopo nel pomeriggio quando ho visto che il livello dell’acqua era fuori portata, non bisogna essere un ingegnere idraulico, l’ho capito anch’io che faccio il sindaco che quello stava venendo in città e nelle zone intorno a noi non era una roba normale” ha aggiunto il sindaco.

Leggi anche

Alluvione in Toscana, pioggia, vento e fiumi esondati: morti e dispersi. Scuole chiuse in diversi comuni

WhatsApp
Telegram

Storia di Giacomo Matteotti che sfidò il fascismo: una grande lezione di educazione civica per tutti. Webinar gratuito