Alleva (Istat): in Italia donne più istruite degli uomini, ma meno impiegate nel lavoro

di redazione
ipsef

item-thumbnail

«Le donne nel nostro paese sono mediamente più istruite degli uomini», ma i loro tassi di occupazione «sono ancora molto bassi». Queste le parole del presidente dell’Istat, Giorgio Alleva, in audizione in commissione Affari Costituzionali alla Camera, per l’indagine conoscitiva sulla parità di genere. La causa di questo “gap” – spiega -Alleva «sta nella bassa condivisione tra i componenti della famiglia della gestione dei tempi di lavoro e cura».

Secondo i dati ISTAT, riportati da “Il Sole 24 Ore – Scuola 24”per le donne la quota di 30-34enni con un titolo di studio universitario è al 32,5%, contro il 19,9% degli uomini. Inoltre, rileva l’Istat, la fetta di donne italiane laureate in discipline tecnico-scientifiche è «molto simile» a quella media europea. Ma sul fronte lavoro, il divario tra i tassi di occupazione, femminile e maschile, pone l’Italia in fondo alla classifica Ue, davanti solo alla Grecia).

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
voglioinsegnare