“Alle superiori biennio comune per tutti. Molti studenti vogliono cambiare indirizzo di studio avviato”. La proposta

WhatsApp
Telegram

“Io vedrei opportuno, nella scuola secondaria superiore, un primo biennio comune per favorire i riorientamenti degli studenti: oggi sono tanti quelli che, dopo aver scelto un indirizzo di studi, vogliono passare ad altro perché ritengono di aver errato la scelta, ma il passaggio non è agevole perché le discipline di studio sono diverse”.

Si tratta del pensiero di un ex dirigente scolastico, Gianluca Dradi, oggi al ministero dell’Istruzione e del Merito dove si occupa di internalizzazione, si legge su Ravenna e Dintorni.it

Trattandosi del segmento della scuola dell’obbligo – prosegue – sarebbe utile che tutti gli studenti ricevessero la medesima istruzione, o quantomeno che le ore dedicate alle discipline comuni fossero maggiori rispetto ad oggi, per poi “specializzare” il percorso negli ultimi tre anni”.

Il preside parla anche dell’orientamento: “è da poco stata varata una riforma, prevista dal Pnrr, con l’obiettivo di rafforzare il raccordo tra primo e secondo ciclo, di contrastare la dispersione scolastica e favorire l’accesso all’istruzione terziaria. Proprio quest’anno scolastico vedrà l’entrata in funzione dei docenti tutor, col compito di aiutare studenti e famiglie nei momenti di scelta formativa e nella comprensione delle attitudini degli alunni. Sarà interessante vedere se funziona“.

WhatsApp
Telegram

La Dirigenza scolastica, inizio anno scolastico: la guida operativa con tutte le novità 2024/25 con circolari e documenti pronti all’uso