Argomenti Didattica

Tutti gli argomenti

“Alla scoperta del museo”: ricerca sull’ambiente e visita in un’UdA per la Primaria

WhatsApp
Telegram

Ogni anno, dal 1977, l’ICOM organizza la Giornata Internazionale dei Musei. L’obiettivo della Giornata Internazionale dei Musei (IMD) è quello di sensibilizzare sul fatto che i musei sono un importante mezzo di scambio culturale, arricchimento delle culture e, principalmente, di sviluppo della comprensione e della cooperazione reciproche. È organizzato, annualmente, il 18 maggio. In tutto il mondo, sempre più musei, l’Italia è tra le prime nazioni al mondo in questo senso, partecipano alla Giornata Internazionale dei Musei. Nel 2019 hanno partecipato all’evento oltre 37.000 musei in circa 158 paesi e territori. Ogni anno ha un tema specifico. Per il 2022 è: Il potere dei musei.

Storia della “Giornata Internazionale dei Musei”

La Giornata Internazionale dei Musei si è tenuta per la prima volta nel 1977. Da allora ha guadagnato un’attenzione crescente. La Giornata Internazionale dei Musei del 2009 ha attirato 20.000 musei, ospitando eventi in più di 90 paesi. I musei svolgono un ruolo importante nello sviluppo della società. Ci illuminano sulle numerose incognite e ci portano in luoghi in cui non siamo mai stati prima. Un museo descrive il viaggio di una nazione dalla preistoria alla modernità esponendo reperti storici arricchiti come strumenti, armi, vestiti e gioielli. Quindi, per sottolineare l’importanza del Museo, ogni anno si celebra la Giornata Internazionale dei Musei. I musei sono i più vicini ai viaggi nel tempo. Ogni anno l’evento mette in luce un tema specifico che cambia riflette la base delle preoccupazioni della comunità museale internazionale.

L’importanza del ruolo dei musei nell’istruzione

I musei stanno scoprendo che il loro ruolo di educatori sta diventando sempre più importante. Molti musei hanno le collezioni e il personale necessari per educare le centinaia di migliaia di studenti che visitano quelle istituzioni ogni anno. E mentre la mancanza di tecnologia ha ostacolato la loro capacità di farlo in passato, l’avvento di Internet ha creato opportunità di insegnamento che si estendono oltre le loro mura, ha affermato Sullivan. Ritiene che istituzioni come la sua stiano rendendo la loro programmazione più pertinente agli eventi attuali. “C’è una chiara comprensione nei musei”, ha aggiunto, “che il nostro ruolo nell’istruzione si sta espandendo in modo significativo, in particolare all’interno delle istituzioni scientifiche”. Nei suoi sforzi per fornire più programmi educativi, molti musei contattano le scuole e collaborano con altre istituzioni scientifiche per aiutare gli studenti nella ricerca e nel fornire opportunità di formazione agli insegnanti. Tuttavia, non esiste un’area dell’istruzione che sia probabilmente insegnata con non brillante attenzione nelle nostre scuole.

Il futuro dell’educazione: il ruolo dei musei e delle organizzazioni storiche

Questa giornata è un invito all’azione per le scuole e per i musei a sostenere ed essere attivi nella creazione di un nuovo ecosistema di apprendimento. Il rapporto include due possibili futuri per l’istruzione: uno in cui cresce il divario tra chi ha e chi non ha e un altro in cui gli studenti fanno parte di un ecosistema di apprendimento più ricco.

Previsione di una nuova era dell’istruzione

I musei sono centri educativi. Lo sapevate:

  • I musei spendono più di 150 miliardi di euro, nel mondo, all’anno per l’istruzione. Il tipico museo dedica tre quarti del suo budget per l’istruzione specificamente agli studenti.
  • I musei ricevono più di un miliardo di visite ogni anno da parte di studenti in gruppi scolastici.
  • I musei creano programmi educativi in ​​matematica, scienze, arte, alfabetizzazione, arti linguistiche, storia, educazione civica e governo, economia e alfabetizzazione finanziaria, geografia e studi sociali, spesso adattati alle esigenze degli standard del curriculum statale e locale.

Milioni di ore di insegnamento per programmi educativi come visite guidate per studenti

Ogni anno, i musei offrono più milioni di ore di insegnamento per programmi educativi come visite guidate per studenti, visite del personale alle scuole, sensibilizzazione della scuola attraverso furgoni scientifici e altre mostre itineranti e sviluppo professionale per insegnanti.

I musei sono fondamentalmente istituzioni educative

Penseresti che, date queste statistiche, le persone considererebbero i musei come importanti e rilevanti contenitori educativi e formativi. Eppure, il personale, preparatissimo, dei musei si trovano a dover spiegare, più e più volte, che i musei sono fondamentalmente istituzioni educative, con l’apprendimento radicato al centro delle missioni.

Alla scoperta del museo”: ricerca sull’ambiente e visita in un’UdA per la Primaria

Una pregevole Unità di Apprendimento dal titolo “Alla scoperta del museo: ricerca sull’ambiente e visita” è stata elaborata dai docenti della scuola Primaria dell’Istituto comprensivo “IV di Imola”, diretto con eccezionale competenza dal dirigente scolastico professoressa Laura Santoriello. Tra le competenze culturali su cui fa leva l’UdA per la prima classe:

  • Riconosce gli elementi principali del patrimonio culturale, artistico e ambientale del proprio territorio;
  • Consapevolezza ed espressione culturali;
  • Rispetto dei beni artistici, culturali ed ambientali.

U.D.A.-Musei in Educazione Civica-e-Arte-e-Immagine

WhatsApp
Telegram

Concorso a cattedra educazione motoria scuola primaria, corso di preparazione: con simulatore Edises e sconto libri 25%. Prezzo lancio 100 euro ancora per poco