Albo fornitori: scarica Regolamento per la formazione e l’utilizzazione di un sistema di qualificazione degli operatori economici

WhatsApp
Telegram
docum

In conformità a quanto previsto dall’art. 134 del D. Lgs 50/2016, al fine di poter ricorrere alle acquisizioni in economia di beni e servizi, è istituito presso le scuole italiane (non in molte, per la verità) un sistema di qualificazione degli operatori economici indicato, nel prosieguo come “Albo dei Fornitori e delle imprese di fiducia”.

L’Albo verrà utilizzato dalla Scuola come strumento atto a identificare le imprese qualificate a fornire beni e servizi per importi inferiori alla soglia comunitaria, qualora esistano i presupposti di legge e/o regolamentari per poter ricorrere all’esperimento di procedure di acquisto in economia.

Resta ferma la facoltà dell’Istituto scolastico interessato, quando si tratti di forniture e servizi particolari o per le quali è richiesta una particolare specializzazione, di invitare o interpellare fornitori o prestatori di servizi ritenuti idonei, anche se non iscritti all’Albo dei Fornitori.

Il regolamento si riferisce ad un Albo Fornitori “aperto” per iscriversi al quale non ci sono termini di scadenza per la presentazione delle domande, ma che potrebbe (meglio, dovrebbe) essere aggiornato due volte all’anno, in base alle istanze pervenute, purché in regola con i requisiti richiesti dall’Istituto che adotterà il regolamento.

Finalità per l’istituzione e la formazione dell’Albo

Con il Regolamento, la Scuola intende assicurare l’applicazione uniforme, sistematica e puntuale dei criteri di selezione dei fornitori e dei prestatori di servizi nelle procedure di valore inferiore alla soglia comunitaria.

La Scuola si riserva comunque la facoltà di utilizzare il mercato elettronico della Pubblica Amministrazione attivato da CONSIP.

Modalità per l’iscrizione

Per l’iscrizione all’Albo dei Fornitori di cui le scuole vorranno dotarsi, le imprese e i liberi professionisti dovranno inoltrare la propria istanza, redatta su apposito modulo di iscrizione e sottoscritta dal legale rappresentante (o da suo delegato), con le seguenti modalità:

  • tramite posta ordinaria
  • tramite posta elettronica certificata.

Nella richiesta dovranno essere riportati i prodotti e/o i servizi che gli stessi sono in grado di fornire tra le categorie merceologiche.

Categorie merceologiche

Fatti salvi gli obblighi per l’Istituzione Scolastica di ricorrere alle convenzioni e accordi quadro stipulati da CONSIP SPA e al mercato elettronico della pubblica amministrazione per valori al di sotto della soglia comunitaria, le categorie merceologiche di beni e servizi alle quali le Imprese possono chiedere l’iscrizione sono le seguenti:

  • Arredi e attrezzature per ufficio
  • Arredi scolastici
  • Accessori per attività sportive e ricreative
  • Carta, cancelleria, stampati
  • Contratti di assistenza software e hardware
  • Grafica e tipografia per stampati
  • Materiale di consumo informatico elettronico
  • Materiali di facile consumo per ufficio (toner, cartucce etc)
  • Materiale di pulizia, igienico/sanitario
  • Materiale antinfortunistico
  • Materiale di facile consumo per attività didattiche
  • Manutenzione macchine e attrezzature per ufficio, HW e SW
  • Manutenzione e riparazione macchinari e attrezzature
  • Materiali e strumenti tecnico specialistici
  • Materiale informatico e software
  • Noleggio macchinari o altri beni
  • Viaggi d’istruzione / Stage linguistici e corsi di lingua
  • Servizi assicurativi
  • Servizi bancari
  • Servizi di consulenza – formazione
  • Servizi pubblicitari, divise e abbigliamento personalizzato.

Requisiti richiesti
Per l’iscrizione all’Albo dei Fornitori, le imprese devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • Non trovarsi in nessuna delle clausole di esclusione di cui all’art. 80 del D.Lgs. n. 50 del 18.04.2016;
    Non trovarsi in alcuna delle posizioni o condizioni ostative previste dalla vigente legislazione in materia di lotta alla delinquenza di tipo mafioso;
  • Essere regolarmente iscritta al Registro delle Imprese con avvenuta denuncia di inizio attività relativamente al settore per il quale si chiede l’iscrizione che deve essere presente esplicitamente nell’oggetto sociale;
  • Non trovarsi in stato di fallimento, di liquidazione, di amministrazione controllata, di cessazione attività o di concordato preventivo o di qualsiasi altra situazione equivalente, e tale situazione non deve essersi verificata negli ultimi cinque anni;
  • Non aver subito condanne penali per reati connessi all’esercizio della propria attività professionale e non avere procedimenti penali in corso allo stesso titolo;
  • Essere in regola con le disposizioni di cui alla legge 68/99 in materia di diritto al lavoro dei disabili, oppure di non essere assoggettabili alle stesse;
  • Non avere in corso procedure dirette ad irrogare misure di prevenzione della criminalità;
  • Essere in regola con gli obblighi relativi al pagamento dei contributi previdenziali ed assistenziali a favore dei lavoratori e con il pagamento di imposte o tasse previste dalla vigente legislazione;
  • Non aver reso false dichiarazioni in merito ai requisiti e alle condizioni rilevanti per concorrere a procedure d’appalto;
  • Essere in possesso di tutti i requisiti previsti dalle leggi per l’esercizio dell’attività per la quale è richiesta l’iscrizione all’Albo dei Fornitori.

Documentazione da allegare all’istanza

Le imprese che intendono essere iscritte all’Albo Fornitori dovrebbero allegare all’istanza, redatta su apposito modulo, la seguente documentazione:

  • dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà;
  • DURC di data non anteriore a tre mesi;
  • Informativa ai sensi dell’art. 13 e 14 del Regolamento UE 2016/679 regolarmente sottoscritta.

La Scuola si potrebbe riservare il diritto di verificare la veridicità di quanto dichiarato e, in caso di accertamento negativo, di procedere alla cancellazione d’ufficio dell’Impresa dall’Albo e alla comunicazione alle autorità competenti in caso di dichiarazioni mendaci.

Accoglimento dell’istanza

Le imprese in regola con i requisiti e con la documentazione richiesta saranno inserite nell’Albo Fornitori della Scuola, che verrà pubblicato sul sito internet dell’Istituto che intende dotarsi di questo importante strumento regolamentare.
La scuola comunicherà a mezzo e-mail il solo rigetto della domanda alle imprese escluse dall’albo, evidenziandone i motivi che ne hanno impedito l’accoglimento, mentre alle imprese iscritte non verrà fatta alcuna comunicazione.
Nel caso di domanda incompleta la scuola richiederà alle imprese le opportune integrazioni. Le domande incomplete saranno inserite nell’albo soltanto nel momento in cui le stesse verranno sanate.

Validità dell’iscrizione all’Albo Fornitori e aggiornamenti

Le imprese rimarranno iscritte nell’Albo Fornitori sino all’adozione di eventuale provvedimento motivato di cancellazione.

L’Albo dei Fornitori sarà aggiornato due volte all’anno nei mesi di novembre e aprile, inserendo i nuovi fornitori che presenteranno regolare istanza alla scuola ovvero apportando variazioni e/o integrazioni alle imprese già iscritte.

All’atto dell’eventuale aggiudicazione di servizi e/o forniture, le Imprese iscritte all’Albo dovranno produrre dichiarazione sostitutiva con allegata fotocopia del documento di identità del richiedente, redatta ai sensi del D.P.R. n° 445/2000 con la quale attestino il mantenimento dei requisiti di cui all’Art. 5 del presente regolamento. All’iscrizione delle imprese idonee si procederà in base ad un criterio cronologico determinato dal numero progressivo dal Protocollo generale della Scuola. Tale criterio cronologico sarà utilizzato anche per le successive iscrizioni.

Cancellazione dall’Albo dei Fornitori e durata di iscrizione

La cancellazione dall’Albo dei Fornitori delle ditte/imprese iscritte avverrebbe in caso di:

  • Perdita dei requisiti di iscrizione;
  • Accertate gravi inadempienze nell’esecuzione di forniture e/o servizi (ripetuti ritardi ingiustificati nelle consegne, contestazioni al momento della consegna dei beni o delle prestazioni di servizio ecc.);
  • Declinazione, per più di due volte, dell’invito a partecipare a gare senza fornire valide motivazioni alla rinuncia.

La cancellazione sarebbe disposta con provvedimento dirigenziale e viene comunicata all’Impresa. L’impresa nei cui confronti è stato adottato il provvedimento di cancellazione non può chiedere nuovamente l’iscrizione prima che sia trascorso un anno dalla cancellazione. La scuola si riserva il diritto insindacabile di accogliere o meno l’istanza di reinserimento nell’albo dell’impresa precedentemente cancellata.

Scelta del fornitore

L’inclusione delle Imprese nell’Albo dei Fornitori non comporta alcun vincolo della scuola nei confronti delle stesse, le quali non potranno vantare alcun diritto di essere invitate nelle gare o procedure negoziali, né di ottenere l’affidamento di forniture e/o servizi.

L’Albo può essere utilizzato per l’affidamento di lavori, servizi e forniture in economia mediante affidamento diretto ovvero altra procedura prevista dal D. Lgs 50/2016 (Nuovo Codice degli Appalti).

Nella effettuazione di indagini di mercato e/o gare svolte ai sensi del combinato disposto dell’art. 35 e dell’art. 36, del D. Lgs. 50/2016 e s.m.i. per l’esecuzione di forniture in economia, saranno invitati i fornitori iscritti alle specifiche categorie.
Nel caso in cui l’albo non presenti imprese iscritte nella categoria oggetto di una procedura negoziale di fornitura beni e/o servizi o ne presenti un numero limitato, la Scuola potrà scegliere le imprese da invitare tra quelle che hanno già effettuato in precedenza altre forniture o tra altre di conoscenza o reperite su Internet.

Tutela della Privacy

I dati personali forniti dai soggetti richiedenti saranno trattati nel rispetto della normativa in materia di tutela della privacy, come da informativa allegata, ai sensi degli artt. 13 e 14 del Regolamento UE 2016/679 (GDPR).

Il Regolamento

Le scuole dovrebbero dotarsi di questo regolamento. Alcune, come l’istituto d’Istruzione Superiore “Publio Virgilio Marone” di Mercato San Severino guidato magistralmente dal dirigente scolastico dalla prof.ssa Luigia Trivisone.

Regolamento Albo fornitori

WhatsApp
Telegram

Concorso a cattedra ordinario secondaria, il corso: con esempi di prova orale già pronti e simulatore EDISES per la prova scritta. A 150 EURO