Al via esami di maturità per 500 mila studenti. Azzolina emozionata. Studenti, tutto surreale. Le info utili. LIVE

Oggi partono gli esami di Maturità in versione Covid-19 con le sue regole sulla sicurezza, il distanziamento sociale, le norme igieniche, le mascherine, l’organizzazione degli spazi. Sarà un esame diverso anche per le modalità di svolgimento, a partire dalle prove.

Studenti, tutto surreale

“E’ andata bene – racconta -, i prof mi hanno aiutato, sono stati molto disponibili. Anche la presidente è stata molto carina, non mi ha chiesto niente ma mi ha messo a mio agio. Il mio elaborato era su matematica e fisica. In complesso è stata una maturità traumatica ma alla fine è andato tutto come doveva andare”, così riporta la testimonianza dell’ANSA sull’esperienza di Carlotta, studentessa del Liceo Mamiani.

“E’ stata una maturità surreale – dice – ma ha avuto anche dei lati positivi: non dovendo venire a scuola ho studiato di più e non ho dovuto alzarmi alle 6,30 come faccio sempre. Oggi ho parlato in modo spedito, ho usato il pc che penso dopo sia stato sanificato, ho fatto collegamenti e quando mi sono avvicinata ai docenti ho rimesso la mascherina”.

De Luca, tappa importanti della vita nonostante anno difficile

Un grande in bocca al lupo a tutte le ragazze e i ragazzi, soltanto in Campania sono oltre 66mila, che trapochi minuti sosterranno l’esame di maturità”. Lo scrive su Facebook il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca. “Sarà una maturità ridotta – spiega De Luca rivolgendosi ai maturandi – dopo un anno difficile per via dell’emergenza Covid-19. Affrontatela, nonostante tutto, con impegno e rigore, nella massima serenità. E’ una tappa molto importante della vita e del vostro percorso formativo”. La Regione Campania, ricorda De Luca, “tramite l’iniziativa ‘Scuola Sicura’ ha predisposto tutto per arrivare a questo appuntamento nelle migliori condizioni di sicurezza per gli studenti e tutto il personale. Stiamo, allo stesso modo, lavorando per garantire certezza e continuità didattica, senza assurde interruzioni, alla ripresa di settembre”.

Ministro Azzolina, sono emozionata

“La notte prima degli esami sa essere  molto lunga anche per il ministro dell’Istruzione. Sono veramente  molto emozionata: sono a Bergamo e finalmente domani potrò rivedere le scuole in parte riaprirsi”. Così il ministro dell’Istruzione, Lucia  Azzolina, in un post su Facebook.

Misure di sicurezza

Gli studenti dovranno presentarsi 15 minuti prima della convocazione e lasciare l’edificio scolastico subito dopo la prova. I locali in cui si svolgeranno gli esami sono stati organizzati in modo da garantire le misure di distanziamento tra docenti e tra questi e gli studenti. Tutti dovranno indossare le mascherine, tranne gli studenti durante l’esame orale se ci saranno le misure di sicurezza garantite (2 metri di distanza).

Chiunque partecipi all’esame dovrà dichiarare di essere “covid-free” e ad accogliere docenti e studenti sarà un dispenser di gel, perché l’igiene è lo strumento migliore per impedire i contagi.  Per favorire lo svolgimento dell’esame agli studenti con disabilità certificata sarà consentita la presenza di eventuali assistenti; in tal caso per queste figure, non essendo possibile garantire il distanziamento dallo studente, è previsto l’utilizzo di guanti oltre la mascherina. Inoltre per gli studenti con disabilità certificata il Consiglio di classe ha la facoltà di esonerare lo studente dall’effettuare la prova di esame in presenza, stabilendo la modalità in video conferenza come alternativa.

Gli insegnanti ritenuti ‘fragili’ faranno parte delle commissioni, ma seguiranno l’esame a distanza. Le aule dovranno essere ben areate e saranno pulite alla fine di ogni sessione di esame, mattina e pomeriggio. Per garantire lo svolgimento delle prove in sicurezza sono stati stanziati 39 milioni per la pulizia ordinaria e straordinaria delle scuole, l’acquisto di gel igienizzanti e dispositivi di protezione, la predisposizione di percorsi di ingresso e uscita dall’edificio.

L’esame

Sarà un colloquio, articolato e approfondito, quello che attende i maturandi. Il colloquio si articolerà in 5 fasi:

  • discussione di un elaborat o sulle disceipline di indirizzo
  • discussione di un breve testo già oggetto di studio di lingua e letteratura italiana
  • analisi interdisciplinare del materiale scelto dalla commissione
  • esposizione dell’esperienza PTCO
  • accertamento delle conoscenze e competenze di Cittadinanza e costituzione

Maturità, colloquio in 5 fasi. Indicazioni: se manca elaborato, chi sceglie testo italiano, quando si prepara materiale, domande Cittadinanza

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia