Al liceo “Righi” di Roma pance scoperte e gonne contro il sessismo

WhatsApp
Telegram

Gonne e pance scoperte, anche tra i ragazzi, per mostrare solidarietà alla ragazza minacciata di sospensione perché aveva l’ombelico scoperto.

Il liceo ‘Righi’ di Roma, segnala la Dire, è diventato ‘zona fucsia’ per “dare un segnale forte e chiaro e ribadire che il sessismo non può avere spazio nelle scuole”, hanno scritto i giovani del collettivo Ludus in una nota.

Per questo oggi gli studenti hanno saltato la prima ora di lezione e si sono ritrovati fuori dall’istituto per un’assemblea straordinaria. Poi sono entrati in classe, ma vestiti con gonne e magliette corte; obiettivo: rompere il dress code, in solidarietà con la studentessa richiamata perché aveva la pancia scoperta.

“Questa non è la scuola che ci piace. E finché non cambierà, noi lotteremo”, hanno urlato i giovani dai megafoni, all’ingresso di scuola.

All’Adnkronos parla la preside dell’istituto: “Aprirò come atto dovuto il procedimento disciplinare nei confronti della professoressa, ma spero che questa vicenda si possa risolvere in modo costruttivo e formativo per tutti, corpo docente e ragazzi”. 

“Nei confronti della studentessa – prosegue la Dirigente – predisporrò interventi formativi, come incontri con la polizia postale, per farle comprendere che quelli che ha avuto sono comportamenti che nessuno dovrebbe mettere in atto perché possono ritorcersi contro”.

WhatsApp
Telegram

“Come compilare il nuovo pei pagina dopo pagina”. Corso tecnico/pratico di Eurosofia a cura di Evelina Chiocca, Ernesto Ciracì, Walter Miceli