Al Bambin Gesù di Roma corsi estivi per la scuola in ospedale

di redazione
ipsef

Musica, arte e letteratura creativa: sono i corsi che l'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù e l'Istituto comprensivo Virgilio hanno messo a punto per i piccoli pazienti dell'Ospedale romano nei mesi di luglio e agosto. Il progetto rientra nel piano nazionale per la prevenzione della dispersione scolastica "La scuola al centro" promosso dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca.

Musica, arte e letteratura creativa: sono i corsi che l'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù e l'Istituto comprensivo Virgilio hanno messo a punto per i piccoli pazienti dell'Ospedale romano nei mesi di luglio e agosto. Il progetto rientra nel piano nazionale per la prevenzione della dispersione scolastica "La scuola al centro" promosso dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca.

Durante i mesi estivi saranno predisposte attività di avvicinamento alla musica, alla conoscenza e all'uso di uno o più strumenti musicali; organizzati laboratori artistico-espressivi sulla street art e sulle arti del '900; realizzati materiali multimediali, video, fotografie; predisposte attività teatrali e organizzati percorsi per la promozione e la sensibilizzazione della lettura. 

L'obiettivo è migliorare il benessere di ogni alunno, incentivare lo sviluppo affettivo e relazionale, sostenere l'autonomia e favorire la scoperta di attitudini personali. Partecipare a queste attività rappresenta anche un'opportunità per socializzare con altri ragazzi con cui poter condividere i problemi legati alla malattia attraverso momenti di gioco e di festa, sdrammatizzando la degenza in ospedale.

Le attività sono iniziate l'8 luglio e si protrarranno fino al 26 agosto, con corsi dal lunedì al venerdì. I reparti coinvolti sono quello di Oncoematologia, il day hospital, sempre dell'Oncoematologia, e quello di dialisi. Il servizio di scuola in Ospedale è attivo al Bambino Gesù da 40 anni. Nel 2015 i bambini e i ragazzi che hanno frequentato le lezioni sono stati circa 7000.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
voglioinsegnare