Ai soprannumerari MIUR propone cattedre fino a 24 ore. Precari: “così si perdono posti”

Di
WhatsApp
Telegram

red – La segnalazione ci giunge da Monza, da parte di un gruppo di precari preoccupati perché l’USP sta chiedendo ai docenti soprannumerari di accettare cattedre superiori a 18 ore: 20, ma anche a 21, 22 e addirittura 24 ore. A chiedere spiegazioni all’Ufficio Scolastico Provinciale è stato il Coordinamento Lavoratori della Scuola “3 Ottobre” e USB Scuola Milano.

red – La segnalazione ci giunge da Monza, da parte di un gruppo di precari preoccupati perché l’USP sta chiedendo ai docenti soprannumerari di accettare cattedre superiori a 18 ore: 20, ma anche a 21, 22 e addirittura 24 ore. A chiedere spiegazioni all’Ufficio Scolastico Provinciale è stato il Coordinamento Lavoratori della Scuola “3 Ottobre” e USB Scuola Milano.

Ricordiamo che, in base alla circolare sugli organici "Solo allo scopo di salvaguardare le titolarità dei docenti soprannumerari è possibile formare cattedre con un orario superiore alle 18 ore e che, di norma, non devono superare le 20 ore settimanali"

Quanto sta avvenendo è dunque lecito, sì, ma la norma parla di un limite di 20 ore e non di 21, 22 o 24.

Interrogato l’ufficio periferico del Ministero, si è scoperto che il sistema informatico rimodula automaticamente le cattedre a 19, 20 ma anche a 21, 22, 24 ore per quelle situazioni in cui i Dirigenti scolastici segnalano la presenza di docenti soprannumerari. Si chiede dunque l’assenso del docente interessato all’accettazione di questa tipologia di cattedre, tramite i Dirigenti stessi.

La domanda è se il MIUR può impostare il sistema derogando le indicazioni di una circolare che impone come tetto le 20 ore per la composizione di cattedre ai fini della salvaguardia dei soprannumerari.

Sulla vicenda, i docenti precari hanno il dente avvelenato perché, in questo modo, vedono scomparire ore utili per le supplenze.

WhatsApp
Telegram

Perché scegliere il Corso di Preparazione al Concorso per Dirigente scolastico di Eurosofia?