Ai ragazzi di terza media: siate felici. Lettera

WhatsApp
Telegram

Inviata da Gaetano Conte – Da docente di una terza, la 3ͣ P della S.S.S. Publio Virgilio Marone di Palermo, spesso mi soffermo a riflettere su quante cose si dicono dei giovani d’oggi, sui loro problemi nella gestione delle tecnologie, della pandemia, dell’ansia generalizzata, dovuta ad un certo isterismo di massa, che ormai coinvolge e commenta ogni atto, ogni cosa capiti a scuola.

Eppure, se per un attimo mi soffermo a parlare coi colleghi nei corridoi, con i genitori, col mondo che insomma vive e non resta solo al microscopio, mi trovo sempre d’accordo che la mia 3ͣ P, al pari di tantissime altre classi in tantissime altre
scuole italiane, è fatta di docenti che ancora credono nel sistema e di ragazzi intelligenti e maturi, magari sopra la media per la loro età, o comunque sopra la media rispetto a quando noi avevamo questa età.

Non si sta qui parlando di preparazione scolastica, ma degli strumenti che questi ragazzi nel triennio della secondaria di I grado hanno sviluppato per affrontare il mondo. Sono certo che, come tantissimi altri, sapranno affrontare le superiori andando al di là del voto e delle simpatie o antipatie per una o l’altra materia e per uno o un altro professore.

Per concludere: chi si sofferma a guardare questa generazione, se analizza acriticamente e senza alcun pregiudizio, si accorge che c’è ancora tantissimo rispetto e tantissima “serietà” nella scuola.

Una buona estate a tutti i ragazzi che stanno terminando gli esami di Stato nella secondaria di I grado: siete arrivati a guadagnarvi finalmente un’estate senza compiti. Siate felici.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri