“Ai miei tempi era diverso”, il dibattito sulla scuola tra nostalgia e realtà. Il grido d’aiuto degli studenti sui social: “Siamo più fragili, non più stupidi”

WhatsApp
Telegram

Un post su Reddit ha acceso un acceso dibattito sulla percezione della difficoltà scolastica tra le generazioni. Uno studente del liceo classico ha condiviso la sua esperienza di stress e ansia, aggravata dalle critiche dei genitori che ritengono la scuola di oggi troppo facile.

Il post ha generato una valanga di commenti, rivelando un divario significativo tra la percezione degli studenti e quella degli adulti. Molti insegnanti, anche giovani, hanno confermato la semplificazione dei programmi e delle metodologie didattiche, lamentando la mancanza di impegno e la fragilità psicologica degli studenti.

Le voci degli insegnanti

Una docente di lettere ha sottolineato come il suo programma sia dimezzato rispetto a quello che lei stessa ha affrontato da studentessa. Nonostante verifiche e interrogazioni facilitate, gli studenti sembrano sopraffatti da un livello di stress sproporzionato. La docente ha raccontato di una studentessa che, dopo aver pianto per un’insufficienza, non ha fatto nulla per recuperare, dimostrando una mancanza di volontà e resilienza.

Un altro utente, figlio di due professori, ha evidenziato la pressione sulle facoltà universitarie per aumentare il numero di laureati, incentivando un abbassamento degli standard. Inoltre, bocciare alle superiori è diventato sempre più difficile a causa delle pressioni di genitori e presidi.

Il punto di vista degli studenti

Gli studenti, dal canto loro, si sentono spesso demoralizzati e incompresi. La pressione per ottenere buoni voti, la paura del futuro e la mancanza di fiducia nelle proprie capacità contribuiscono a creare un clima di ansia e stress. Molti studenti si sentono inadeguati rispetto alle aspettative degli adulti, che spesso minimizzano le loro difficoltà.

Una questione di prospettiva

Cosa emerge dalla discussione? Il dibattito su Reddit ha messo in luce come la percezione della difficoltà scolastica sia influenzata da molteplici fattori, tra cui l’età, l’esperienza personale e il contesto sociale. È possibile che la scuola di oggi sia oggettivamente più facile rispetto al passato, ma ciò non significa che gli studenti siano meno intelligenti o meno impegnati. La fragilità psicologica, la mancanza di fiducia nel futuro e la pressione sociale sono fattori che possono rendere l’esperienza scolastica molto più difficile, indipendentemente dal livello di difficoltà dei programmi.

WhatsApp
Telegram

Percorsi abilitanti: pubblicati i bandi dei 30 e 60 cfu, scadenza 5 giugno, affidati ad EUROSOFIA E.C.P. Pegaso