Ai dirigenti neoassunti sarà concessa una mobilità straordinaria? Lettera

Stampa
ex

Inviato da Luca Gallo- A quanto pare l’ ANP starebbe pensando per i dirigenti neoassunti di chiedere per quest’anno la mobilità straordinaria, vedremo se il ministro concederà questa deroga ai dirigenti, creando ancora una volta figli e figliastri.

Infatti per i docenti neoassunti questa possibilità non è stata nemmeno presa in considerazione, nonostante le ingiustizie e le disparità di trattamento che hanno riguardato i docenti assunti da grame 2018 attraverso il DM 631 del 25 settembre 2018.

Sarebbe l’ennesima beffa nei confronti di questi docenti abilitati di stato, che hanno dovuto subire nel corso di tanti anni svariate ingiustizie condite da situazioni paradossali, che sulla soglia dei cinquant’anni dopo decenni di precariato, si vedono costretti a rimanere per almeno 5 anni nella prima sede di assegnazione, spesso a centinaia di km da casa, essendo la graduatoria regionale.

Era troppo difficile e logico prevedere un anno di mobilità straordinaria per tutto il personale neoassunto, anche alla luce del particolare momento che stiamo attraversando? Ed invece no, altrimenti poi si fermerebbe la giostra dei ricorsi e degli infiniti contenziosi che riguardano il personale scolastico.

Si ribadisce insomma una sorta di legge del più forte, mi viene anche in mente una scena del Marchese del Grillo, ma se per caso per i dirigenti neoassunti sia prevista effettivamente la mobilità straordinaria, al contrario di quello previsto per i docenti, be allora vuol dire che la nostra cara costituzione non ha più senso in questo paese, per non parlare della logica e del buon senso che sono già scomparsi da molto tempo.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur