Agorà della Parità: bene la stabilizzazione dei fondi, ma il 2023 sia l’anno in cui prende forma l’effettiva libertà di scelta

WhatsApp
Telegram

Le Associazioni di gestori e genitori di scuole paritarie cattoliche e d’ispirazione cristiana, AGeSC, Cdo Opere Educative-FOE, CIOFS scuola, FAES, FIDAE, FISM, Fondazione GESUITI EDUCAZIONE, Salesiani per la Scuola-CNOS Scuola Italia, facenti parte di Agorà della parità, registrano con soddisfazione gli interventi a beneficio delle scuole paritarie già presenti nel DDL presentato dal Governo.

In particolare:

· la stabilizzazione dei 70 milioni di euro aggiuntivi, destinati all’inclusione di bambini e ragazzi diversamente abili nelle scuole paritarie, consentirà alle scuole paritarie di poter pianificare, nella consapevolezza di risorse certe, il reclutamento del personale, la retribuzione e la formazione dei docenti al fine di favorire un’adeguata accoglienza degli alunni con disabilità. Tali risorse, pur non coprendo tutte le necessità, nel recente triennio hanno rappresentato un primo passo importante verso la parità di trattamento per tutti gli studenti diversamente abili a prescindere dalla scuola che frequentano,

· la conferma del contributo aggiuntivo di 20 milioni destinati alla scuola dell’infanzia, stanziati nel 2022, e l’incremento di ulteriori 20 milioni stabilizzati per gli anni a venire, sempre per le scuole dell’infanzia paritaria, contribuiranno a rafforzare l’indispensabile servizio pubblico che consente ad oltre 400.000 bambini l’accesso al primo grado di istruzione ed educazione.

Tali interventi, seppur apprezzabili, sono ancora lontani dal garantire alla famiglia il diritto alla libertà di scelta educativa per i propri figli.

Le associazioni scriventi auspicano, pertanto, che il 2023 sia l’anno in cui vengano previsti passi concreti verso la piena attuazione della legge 62/2000 con provvedimenti normativi volti a favorire, nell’arco della legislatura, una effettiva libertà di scelta educativa.

AGeSC, Catia Zambon, Presidente nazionale

Cdo Opere Educative-FOE, Massimiliano Tonarini, Presidente nazionale

CIOFS scuola, Marilisa Miotti – Presidente nazionale

FAES, Giovanni Sanfilippo – Delegato nazionale per le Relazioni Istituzionali

FIDAE, Virginia Kaladich, Presidente nazionale

FISM, Giampiero Redaelli, Presidente nazionale

Fondazione GESUITI EDUCAZIONE, Vitangelo Denora – Delegato

Salesiani per la Scuola-CNOS Scuola Italia, Stefano Mascazzini, Presidente nazionale

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur