Aggiornare le Graduatorie ad esaurimento prima delle 150mila immissioni in ruolo?

WhatsApp
Telegram

E' la proposta giunta alla nostra redazione, non l'unica, da parte di una docente. Una scelta importante che potrebbe influenzare definitivamente la vita di molti docenti.

E' la proposta giunta alla nostra redazione, non l'unica, da parte di una docente. Una scelta importante che potrebbe influenzare definitivamente la vita di molti docenti.

Prima delle nuove assunzioni voglio poter scegliere nuovamente la provincia delle Graduatorie ad esaurimento. Lettera

A Dicembre il Ministero avvierà il censimento delle graduatorie per fare il punto sugli effettivi interessati alle assunzioni. Di altro, in realtà, non sappiamo, ma è possibile che si debbano prendere altre importanti decisioni.

Il problema sorge perché molti docenti che quest'anno hanno aggiornato le graduatorie in provincia diversa dalla propria per trovare lavoro, avrebbero potuto decidere di rimanere nella propria provincia.

Infatti, grazie all'organico funzionale, le assunzioni saranno maggiori rispetto all'organico di diritto, quindi quei docenti che non rientreranno nelle assunzioni, potrebbero rientrare nei posti dati ad organico funzionale, potendo lavorare nella propria provincia.

Seguici anche su FaceBook. Lo fanno già in 161mila

Adesso, invece, i docenti che si sono trasferiti saranno costretti a prendere il ruolo nella provincia di inserimento in graduatoria, con il pericolo di rimanere per anni in tale provincia, senza possibilità di ritorno a casa.

Infatti, la totale copertura dei posti vacanti, potrebbe rendere un'utopia il ritorno a casa dopo il terzo anno di servizio tramite la mobilità.

Soluzione? Molti docenti iniziano a chiedere una riapertura delle graduatorie ad esaurimento, in modo da poter permettere una scelta più oculata della provincia, dato che si tratta di una scelta che influenzerà non poco la loro vita.

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno VII ciclo, ecco il bando. Corso di preparazione: proroga prezzo scontato 120 euro al 31 maggio