Aggiornamento rinviato graduatorie istituto: ingratitudine del ministro verso i precari


item-thumbnail

Inviato da Gianbattista Conte – Salve, sono Giambattista Conte, un supplente di scienze motorie e sportive che insegna in un istituto magistrale della provincia di Milano.

Vi scrivo perchè vorrei esprimere tutta la mia rabbia per quello che ha affermato il ministro Azzolina in conferenza stampa. Questo, in quanto, dopo tre anni consecutivi di insegnamento fatti di grandi sacrifici, non posso aggiornare la domanda e quindi lavorare nel mio territorio, cioè a Potenza e provincia, a causa dell’incompetenza del MIUR.

Infatti, non è accettabile che ad oggi il ministero non sappia gestire le domande online, quando noi insegnanti senza alcuna formazione e con mezzi inferiori ci siamo adattati in questo periodo di emergenza. E, proprio, per via di questa precarietà, che ci costringe a lavorare in condizioni difficili, che meriteremmo più gratitudine e riconoscenza, vista l’essenzialità del servizio prestato da noi professori.

Perciò, è ora che si finisca di fare tagli all’istruzione e di pretendere la Luna, con stipendi da fame, da parte dei docenti.

Versione stampabile
soloformazione