Aggiornamento graduatorie, si chiede la riapertura: possibile emendamento al DL 22 in Senato. Soloformazione.it

Stampa

Fare di tutto per aggiornare e riaprire le graduatorie: è questo l’obiettivo delle prossime settimane, che implicherà una corsa contro il tempo e nessuna garanzia, al momento, di riuscire.

Aggiornamento graduatorie e riapertura: cosa sta succedendo

Dopo un primo momento in cui il MIUR decide di posticipare all’anno prossimo l’aggiornamento graduatorie e i nuovi inserimenti in terza fascia con i 24 CFU, emergono delle novità.

Qualche giorno fa infatti la Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina ha riacceso le speranze di migliaia di precari, dando il via libera, se il Parlamento lo vorrà, alla “provincializzazione delle graduatorie, digitalizzando il sistema”.

Quello che intende Azzolina è “organizzare su base provinciale le graduatorie e gestirle attraverso i nostri uffici territoriali, sgravando le scuole. Lo avevamo inserito nel Decreto Scuola dello scorso dicembre, lì c’è la norma. Ma per attuare il regolamento, come ho spiegato in altre occasioni, serve una procedura molto lunga”.

Possibile riapertura delle graduatorie provinciali

Quelle che si potrebbero riaprire, dunque, non sarebbero le graduatorie di istituto ma quelle provinciali, ovvero specifiche graduatorie provinciali distinte per posto e classe di concorso, formate prima dai docenti abilitati che non sono inseriti in GAE e poi da chi ha un titolo di laurea idoneo all’inserimento nella terza fascia e, in caso di nuovo inserimento, anche il possesso dei 24 CFU nei settori antropo-psico-pedagogici e nelle metodologie e tecnologie didattiche”.

In questi giorni quindi, la VII commissione del Senato potrebbe provvedere a metterci mano modificando il testo del Decreto Scuola.

24 CFU: necessari per l’inserimento in terza fascia

Con Soloformazione.it c’è la possibilità di integrare i 24 CFU in modo semplice, rapido, veloce e in modalità online.

Soloformazione.it è un ente che lavora solo con università telematiche riconosciute dal MIUR, abilitate all’erogazione di esami online.

A fronte della sospensione di lezioni ed esami in presenza per via dell’emergenza sanitaria, non è infatti giusto rinunciare alla propria formazione e al diritto di sostenere esami.

Per questo Soloformazione.it dà la possibilità ai suoi iscritti di sostenere esami online dando quindi modo a tutti di essere in regola con i requisiti per l’accesso a Concorsi Scuola e Terza Fascia.

Dal 2020 la formazione e la didattica a distanza devono e dovranno essere infatti sempre più un diritto di chi studia e un dovere di enti di formazione, scuole e università.

Come sostenere gli esami online

Il materiale di studio verrà erogato online, quindi è possibile studiare da casa. Gli esami finali sono in modalità telematica (INTERAMENTE ONLINE A RISPOSTA MULTIPLA) e partiranno dalla prossima sessione di Maggio.

Ogni nuovo appello verrà attivato dopo 15 giorni (circa) dalla conclusione del percorso di studi in corso, è possibile sostenere in un unico appello tutti i 4 esami del percorso 24CFU.

Ogni esame è composto da 30 domande a risposta multipla a cui il candidato dovrà rispondere correttamente per un minimo di 18 risposte positive.

La prenotazione agli esami è possibile direttamente dalla piattaforma di studio online.

I vantaggi dell’iscrizione a Soloformazione.it

– esami online;

– frequenza non obbligatoria;

– corsi online sempre accessibili;

– disponibilità di assistenza online;

– solo 500 euro totali (importo rateizzabile);

– prove d’esame fac-simile per esercitarsi svolte in precedenza.

Si sottolinea che il Decreto Ministeriale 616/2017 non stabilisce alcun obbligo di frequenza per le attività in presenza.

 

CONSEGUI I 24 CFU E DIVENTA INSEGNANTE

 

Per informazioni e iscrizioni chiama lo 02 87199126

Seguici su Facebook

 

Stampa