Aggiornamento graduatorie esaurimento, ANIEF impugna il decreto per inserimento SFP, passaggio in terza fascia e aggiunta punteggi

di redazione

item-thumbnail

comunicato ANIEF – Il Miur ha pubblicato l’atteso decreto ministeriale (DM 506 del 19 giugno 2018) che disciplina le operazioni di inserimento a pieno titolo, inclusione negli elenchi di sostegno e dichiarazione dei titoli di riserva per l’aggiornamento annuale delle graduatorie ad esaurimento. Alla luce di tale decreto, e dei favorevoli pronunciamenti riguardo il reinserimento in GaE (Sentenza Consiglio di Stato n. 3621/2018), il passaggio dalla IV alla III fascia (Sentenza TAR Lazio n. 1112/2017) e l’inserimento in GaE degli abilitati SFP Vecchio Ordinamento (Ordinanza Consiglio di Stato n. 624/2018), l’Anief propone a tutti gli interessati la possibilità di aderire ai nuovi ricorsi 2018 la cui adesione scade il prossimo 9 luglio.

La pubblicazione del nuovo decreto, infatti, consente di attivare, anche per quest’anno, nuovi ricorsi limitatamente alle seguenti tipologie:

Ricorso reinserimento in GaE dei depennati per mancato aggiornamento

Ricorso per il passaggio dalla fascia aggiuntiva alla terza fascia delle GaE

Ricorso avverso il rinvio dell’aggiornamento ordinario delle GaE

Ricorso inserimento nella quarta fascia GaE dei laureati in Scienze della Formazione Primaria vecchio ordinamento

Per partecipare ai nuovi ricorsi è necessario aderire online sul portale Anief entro il 9 luglio e inviare entro la medesima scadenza all’amministrazione il relativo modello di diffida predisposto dal sindacato.

SCARICA LA DIFFIDA PER IL REINSERIMENTO IN GAE

SCARICA LA DIFFIDA PER IL PASSAGGIO DALLA IV ALLA III FASCIA GAE

SCARICA LA DIFFIDA PER CONTESTARE IL MANCATO AGGIORNAMENTO DELLE GAE

SCARICA LA DIFFIDA PER L’INSERIMENTO IN IV FASCIA GAE DEI LAUREATI SFP VECCHIO ORDINAMENTO

L’Anief ricorda che oltre alla diffida da inviare all’ATP di proprio interesse, è necessario effettuare le procedure di adesione online allo specifico ricorso.

Per aderire ai ricorsi Anief, clicca qui.

Versione stampabile
Argomenti: