Aggiornamento graduatorie ad esaurimento e diplomati magistrale. Continuità didattica a.s. 2019/20

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Le graduatorie ad esaurimento dovrebbero aggiornarsi a breve. Il Miur, come riferito, dovrebbe fornire ai sindacati un’informativa la prossima settimana.

Graduatorie ad esaurimento si aggiornano, le info utili

L’aggiornamento, dopo l’ultimo del 2014, riproporrà  nuovamente il problema dei numerosi diplomati magistrale che sono in attesa della sentenza di merito. Dopo il nuovo no del Consiglio di Stato, si attende la Cassazione. Qualora quest’ultima si allineasse ai verdetti del Consiglio di Stato, le sentenze di merito dovrebbero esprimersi per il no all’inserimento in GaE.

Diplomati magistrale: ancora in GaE con riserva

I diplomati magistrale, in attesa delle sentenze di merito e inseriti in GaE con riserva, potranno aggiornare le graduatorie e restare inseriti ancora con riserva, a meno che prima dell’aggiornamento non arrivi una sentenza negativa.

Potranno quindi accettare eventuali incarichi di supplenza annuale (31/08) o al termine delle attività didattiche (30/06) e l’immissione in ruolo.

Considerati i tempi della giustizia non è azzardato affermare che diverse sentenze di merito potrebbero arrivare nel corso dell’anno scolastico 2019/20.

Diplomati magistrale: continuità didattica 2018/19

Per il corrente anno scolastico, la continuità didattica è stata salvaguardata dal decreto dignità, convertito in legge n. 96/2018, che ha previsto quanto di seguito riportato:

  • diplomati magistrale assunti in ruolo con riserva: dopo l’esecuzione delle sentenze, il loro contratto sarà trasformato in una supplenza al 30/06/2019;
  • diplomati magistrale con supplenza annuale (al 31/08): dopo l’esecuzione delle sentenze, il loro contratto sarà trasformato in una supplenza al 30/06/2019.

La nota sulle supplenze a.s. 2018/19 ha poi precisato che i diplomati magistrale con supplenza al 30/06 avrebbero mantenuto il contratto sino alla naturale scadenza (30 giugno).

Diplomati magistrale: continuità didattica 2019/20?

Le sentenze di merito non ancora emesse, come detto sopra, potrebbero arrivare nel corso dell’anno scolastico e quindi far decadere l’eventuale supplenza o ruolo ottenuti.

La suddetta legge infatti ha limitato la misura, volta a salvaguardare la continuità didattica, al solo anno scolastico 2018/19:

Al fine di assicurare l’ordinato avvio dell’anno scolastico 2018/2019 e di salvaguardare la continuita’ didattica nell’interesse degli alunni …

Sarebbe auspicabile che il Miur procedesse ad una ricognizione riguardante i diplomati magistrale in GaE con riserva in attesa di sentenza di merito, oltre a quelli già di ruolo, per poi decidere se e come salvaguardare la continuità didattica per l’a.s. 2019/20.

Diplomati magistrale di ruolo con riserva

Quanto detto sopra riguarda anche i diplomati magistrale assunti in ruolo con riserva che potrebbero lasciare il posto nel corso dell’anno scolastico 2019/20.

Aggiornamento Gae, si potrà scegliere una provincia dove non c’è più nessuno in graduatoria?

Versione stampabile
soloformazione