Aggiornamento GPS nel 2022: docente MAD potrebbe superare collega “vincolato” alla provincia e nessuna speranza di supplenza

Stampa

Supplenze svolte da MAD: le “restrizioni” imposte dalla circolare n. 25089 del 6 agosto 2021 da parte del Ministero dell’istruzione, destano dubbi e preoccupazioni. Da un lato il reperimento di docenti da domande di messa a disposizione sembra essere una prassi comune anche in questo anno scolastico, dall’altro la rigidità della nota crea dei paradossi.

La MAD è veramente residuale?

A questa domanda non possiamo rispondere noi. Certamente ribadiamo che il rispetto della normativa è fondamentale, ossia la domanda di messa a disposizione deve essere limitata ai casi in cui non è stato possibile reperire il docente da GaE, GPS, elenchi aggiuntivi, anche degli istituti viciniori.

Quali sono i vincoli imposti dalla circolare

L’annuale circolare sulle supplenze riprende quest’anno delle restrizioni già imposte lo scorso anno scolastico e poi derogate.

Si regge solo su un assunto: deve essere residuale e limitata ad aspiranti non inseriti in graduatoria, sia per sostegno che posto comune. Supplenze 2021/22: esaurite le graduatorie, valgono solo MAD  di docenti non inseriti in GPS o GaE

Le domande di messa a disposizione devono essere presentate esclusivamente dai docenti che non risultino iscritti in alcuna graduatoria provinciale e di istituto e possono essere presentate per una provincia da dichiarare espressamente nell’istanza”

Regole per le MAD

  • Qualora pervengano più istanze, i dirigenti scolastici daranno precedenza ai docenti abilitati e ai docenti specializzati.
  • Le domande di messa disposizione rese in autocertificazione ai sensi del D.P.R. n. 445/2000 devono contenere tutte le dichiarazioni
    necessarie per consentire la verifica puntuale dei suddetti requisiti da parte dei dirigenti scolastici, ivi compresi gli estremi del conseguimento del titolo di abilitazione e/o del titolo di specializzazione.
  • Gli eventuali contratti a tempo determinato stipulati con aspiranti non inseriti in graduatoria e tramite le cd. MAD sono soggette agli stessi vincoli e criteri previsti dall’ordinanza, ivi incluse le sanzioni previste dall’articolo 14 dell’OM. 60/2020

Il paradosso

Lo esplicita bene una nostra lettrice

Spettabile Lalla, ho pensato di scriverLe per comunicarLe una problematica che accomuna diversi docenti in questo periodo. Molti docenti iscritti correttamente in GPS nel 2020 risultano bassi in graduatoria e molto probabilmente non prenderanno posto nella provincia in cui sono inseriti per mancanza di disponibilità. Pertanto Le chiedo se possibile, di render noto quanto sta accadendo senza la procedura di sblocco MAD per chi è in gps. Ci sorpasserebbero persone che non sono inserite in graduatoria magari ottenendo anche una annualità a nostro discapito. La ringrazio per l’attenzione dedicata e porgo cordiali saluti.

Confermiamo e condividiamo la preoccupazione della nostra lettrice.

Si renda trasparente l’assunzione tramite MAD, ossia la scuola deve esplicitare i passaggi compiuti nel reperimento del personale, ma si permetta ai docenti di poter assumere servizio senza vincolo alla provincia.

Si consideri infatti che quando si sceglie una provincia per l’inserimento in graduatoria ci sono delle variabili che non è possibile conoscere e considerare a priori: ad es. lo scorso anno scolastico c’è stato un numero elevato di contratti al 31 agosto a causa della mancanza di docenti da assumere in ruolo, mentre quest’anno le 60.000 immissioni in ruolo incidono sul numero delle supplenze e di conseguenza sullo scorrimento delle graduatorie.

Se da un lato la regolamentazione dell’invio di domande di messa a disposizione serve a non intasare le segreterie scolastiche, dall’altro la problematica deve essere analizzata a 360°.

Aggiornamento GPS atteso per la primavera estate 2022

L’OM 60/2020 ha disciplinato la costituzione delle GPS per gli anni scolastici 2020/2 1 e 2021/22. Atteso dunque per il prossimo l’aggiornamento e i nuovi inserimenti.

“La presente ordinanza disciplina, in prima applicazione e per il biennio relativo agli anni scolastici 2020/2021 e 2021/2022, la costituzione delle graduatorie provinciali per le supplenze e delle graduatorie di istituto su posto comune e di sostegno nonché l’attribuzione degli incarichi a tempo determinato del personale docente nelle istituzioni scolastiche statali, su posto comune e di sostegno, e del personale educativo, tenuto altresì conto di quanto previsto all’articolo 4, commi 6 e 8, della legge 3 maggio 1999, n. 124.”

La consulenza

Per consulenze è possibile scrivere a [email protected]
Non è assicurata la risposta individuale, ma la trattazione di temi generali nei tag SupplenzeImmissioni in ruoloConcorso infanzia e primariaconcorso secondaria

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur