Aggiornamento Gps, docenti precari dicono no al rinvio: parte la petizione

WhatsApp
Telegram

Un gruppo di insegnanti precari ha pubblicato una petizione che chiede un rinvio dell’aggiornamento delle Gps per le supplenze.

Ecco il testo della petizione

Il MIUR ha fatto sapere in data 24/01/2022 in un incontro tenuto con i sindacati di categoria, la propria volontà di rinviare il tanto atteso aggiornamento delle GPS docenti previsto per il 2022 come da OM 60/2020, al 2023.

L’aggiornamento o nuovo inserimento nelle suddette graduatorie docenti è uno degli appuntamenti tanto attesi per gli aspiranti docenti che ricevono supplenze. Il Ministero non può cambiare le carte in tavola da un giorno all’altro stravolgendo l’ordinanza fatta in precedenza, prendendosi gioco di tante persone che attendevano da quasi 2 anni ormai, di aggiornare l’istanza. C’è un limite a tutto, perché i docenti sono esseri umani, e come tali, spesso programmano la loro vita sulla base delle Graduatorie in cui si è inseriti. L’eventuale rinvio al 2023 causerebbe un danno enorme a tutti quegli insegnanti che avevano programmato di cambiare provincia per motivi personali, o a tutti coloro che vogliono aggiornare il punteggio maturato in questi ultimi 2 anni scolastici, o ancora, ai giovani neolaureati che vorrebbero intraprendere la carriera dell’insegnante e quindi iniziare a “farsi le ossa” in questo settore pubblico, oltre che avere una nuova opportunità lavorativa.

Il rinvio al 2023 sarebbe una grande sciagura anche per moltissime scuole, soprattutto del Nord Italia, che ancora oggi (Gennaio 2022), non riescono a trovare insegnanti per via delle carenze di insegnanti presenti nelle GPS e nelle connesse G.I. . Spesso molti dirigenti scolastici ricorrono alle MAD (messa a disposizione) per coprire i posti che si sono liberati, non potendo contare, in molte province, di un numero soddisfacente di docenti presenti nelle Graduatorie.

Pertanto, per i motivi sovraesposti, chiediamo di firmare questa petizione per NON consentire al MIUR di rinviare l’aggiornamento delle GPS docenti al 2023, come da propria volontà, e di fatto, attenersi all’OM 60/2020 e aggiornarle nell’anno in corso 2022!

Qualora ci fossero problemi con il sistema informatico utilizzato per effettuare l’aggiornamento, chiediamo tra le altre cose, che questo venga semmai potenziato o migliorato, dando magari la possibilità agli aspiranti docenti di poter visionare i propri punteggi prima di inoltrare la domanda e procedere attraverso una funzione che consenta la tempestiva revisione di eventuali errori. Questo lo si può fare tranquillamente! Ricordiamo infatti che nel 2020 (in occasione dell’ultimo aggiornamento) fu istituito su Istanze online del sito del MIUR il nuovo sistema informatico in meno di un mese, tra le tante difficoltà e ritardi dovuti alla pandemia e al passaggio dal cartaceo al digitale. Il sistema aveva retta molto bene nonostante fosse nuovo e nemmeno sperimentato.

Non vediamo quindi, quali possano essere queste difficoltà riscontrate dal Ministero e dagli USP territoriale se il sistema digitale permette di accelerare i tempi e risparmiare tanto lavoro agli addetti!

Qualora poi si volesse emanare un nuovo regolamento che disciplini ex novo tali Graduatorie (GPS), lo si faccia con celerità, anche perché siamo ancora nel mese di Gennaio e crediamo che il tempo per revisionare e potenziare il tutto fino all’estate del 2023 ci sia eccome!

In conclusione si ritiene quindi che non vi siano validi motivi per il rinvio dell’aggiornamento delle GPS docenti al 2023! Si proceda all’aggiornamento per quest’anno quindi, 2022!

LA PETIZIONE

Aggiornamento GPS, il Ministero ai sindacati: “Rinvio al 2023-24 con nuove regole”. Prossimo incontro giovedì 27 gennaio

WhatsApp
Telegram

TFA SOSTEGNO VIII CICLO: Scegli il corso di preparazione di Eurosofia a cura del Prof. Ciracì e dell’Avv. Walter Miceli che prepara a tutte le prove