Argomenti Chiedilo a Lalla

Tutti gli argomenti

Aggiornamento Gps docenti 2024, si può inserire anche servizio anno 2023/24 ma si conta fino alla data di scadenza della domanda

WhatsApp
Telegram

Aggiornamento graduatorie provinciali per le supplenze (GPS) che si avvicina per i docenti interessati. Tra la fine del mese di marzo e l’inizio di aprile è prevista l’ordinanza ministeriale.

Al momento le indicazioni della bozza devono essere confermate dalla pubblicazione definitiva dell’ordinanza. Tuttavia, alcuni punti sembrano essere già piuttosto chiari.

Fra questi, c’è il conteggio dell’anno di servizio in corso ai fini del punteggio in GPS docenti 2024. Si è parlato del tema durante il Question time del 15 marzo in diretta su OS TV. Un utente ha infatti chiesto: Per la valutazione dei titoli delle GPS, è possibile inserire il servizio prestato nell’anno in corso se ha la data di fine presentazione GPS o un servizio di 180 giorni con contratto fino al 30 giugno?

A rispondere Chiara Cozzetto, segretaria nazionale del sindacato Anief.

Sarà possibile dichiarare l’anno in corso, ma il contratto va dichiarato entro il termine di presentazione delle domande di aggiornamento GPS“, spiega la sindacalista.

Ad esempio, per chiarire, “se il mio contratto è stato stipulato il 15 gennaio e il termine di presentazione delle domande è il 20 aprile, si può dichiarare il contratto 15 gennaio fino al 20 aprile e non con riserva. E ovviamente otterrò il punteggio rispetto al contratto“, chiarisce Cozzetto.

Se mancano giorni e punti, si potranno dichiarare al prossimo aggiornamento“, conclude la sindacalista.

Non è prevista la riserva per conteggiare il servizio fino al 30 giugno

A differenza dell’aggiornamento delle GPS 2022, la BOZZA del 2024 ha espunto la possibilità di poter inserire con riserva il servizio fino al 30 giugno 2024. Nel 2022 questa possibilità era stata data perchè la data ultima di presentazione della domanda era il 31 maggio, quindi proprio a ridosso della chiusura dell’anno scolastico. Quest’anno, ipotizzando una fase anticipata di presentazione della domanda, non ha inserito quella parte.

Bisognerà comunque attendere il testo definitivo per avere questi chiarimenti, importanti ai fini del punteggio da far valere. Pertanto ci riserviamo di fornire indicazioni più precise in merito quando verrà pubblicata l’Ordinanza e avremo una data esatta come termine ultimo per la presentazione della domanda e, di conseguenza, per il conteggio del punteggio relativo all’anno scolastico 2023/24.

ASCOLTA LA RISPOSTA DI CHIARA COZZETTO AL MINUTO 12:00 

TUTTE LE RISPOSTE

Come si calcola il punteggio nelle GPS

Nelle scuole statali o paritarie:

  •  da 16 a 45 gg. uguale p. 2;
  • da 46 a 75 gg. uguale p. 4;
  • da 76 a 105 gg. uguale p. 6;
  • da 106 a 135 gg. uguale p. 8;
  • da 136 a 165 gg. uguale p. 10;
  • da 166 gg. in poi uguale p. 12.
  • Servizio ininterrotto dal 1° febbraio fino agli scrutini p. 12.

Servizio specifico e aspecifico – Differenza

Cosa si intende per annualità di servizio

Per annualità di servizio bisogna intendere il servizio prestato per almeno 180 giorni  anche non continuativi o il servizio prestato ininterrottamente dal 1° febbraio sino al termine delle operazioni di scrutinio o al termine delle attività educative per la scuola dell’infanzia.

Non è possibile sommare servizi appartenenti ad anni scolastici differenti, per cui i 180 giorni vanno riferiti ad un solo anno scolastico.

I titoli di accesso alle GPS

Le GPS sono suddivise in prima e seconda fascia. Con quali requisiti si accede?

Infanzia e primaria 

prima fasciaabilitazione conseguita con laurea in Scienze della formazione primaria o diploma magistrale conseguito entro l’a.s. 2001/02

seconda fascia: laureandi in Scienze della formazione primaria, iscritti almeno al terzo anno e con 150 CFU già conseguiti

Secondaria primo e secondo grado

prima fasciaabilitazione

seconda fascia: precedente inserimento in GPS oppure titolo di studio che consente l’accesso alla classe di concorso in base alla vigente normativa.

ITP 

prima fasciaabilitazione

seconda fascia: diploma (i sindacati hanno richiesto chiarimenti sui titoli previsti dal 1° gennaio 2025).

Sostegno 

Prima fasciaspecializzazione per il grado richiesto

Seconda fascia: tre anni di servizio, sullo specifico grado di scuola, svolti entro la data di presentazione della domanda.

Classi di concorso A-53, A-55, A-63, A-64

Hanno titolo a presentare domanda di aggiornamento/trasferimento nella prima e seconda fascia delle GPS, i docenti che risultino già iscritti nel biennio precedente. Eliminata la necessità del requisito di servizio di 16 giorni.

Personale educativo

prima fascia: abilitazione

seconda fascia

  • precedente inserimento nella medesima fascia per il personale educativo nelle istituzioni educative
  • diploma di laurea in pedagogia, diploma di laurea in scienze dell’educazione, laurea specialistica in scienze dell’educazione degli adulti e della formazione continua LS 65, laurea specialistica in scienze pedagogiche LS 87, laurea magistrale in scienze dell’educazione degli adulti e della formazione continua LM 57, laurea magistrale in scienze pedagogiche LM-85;  laurea in scienze dell’educazione L-19.

BOZZA GPS [PDF]

NOTA BENE L’ordinanza è una bozza, standard del Ministero, dunque suscettibile di variazioni.

L’aggiornamento, come abbiamo già spiegato, dovrebbe essere svolto in primavera, con il Ministero che ha fatto sapere sapere di voler anticipare un po’ rispetto al passato in modo tale da avere le nuove liste pronte perfettamente in tempo per le nomine delle supplenze.

L’ipotesi più probabile per adesso appare la fine di marzo e comunque difficilmente si andrebbe oltre la prima decade di aprile.

Come già scritto, non si prevede alcuna novità al momento per l’algoritmo, il meccanismo di procedura informatizzata contestato per la modalità con cui viene applicato. Saranno possibili nuovi inserimenti e aggiornamenti, una provincia da scegliere.

Come aumentare il proprio punteggio: la nostra offerta formativa

Le risposte ai quesiti

È possibile inviare un quesito all’indirizzo [email protected] (non è assicurata risposta individuale ma la trattazione di tematiche generali)

WhatsApp
Telegram
Chiedilo a Lalla

Invia il tuo quesito a [email protected]
Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.

Prova orale concorso docenti secondaria 1° e 2° grado: come affrontarla in maniera efficace. III edizione, con esempi e UdA