Aggiornamento GPS: attendere il 30 giugno. Lettera

WhatsApp
Telegram

Inviata da Umberto Iannicelli – Al Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi. In questi giorni un solo, grande, monumentale “PERCHE’?!” riecheggia nelle teste della maggior parte di noi, dopo la notizia di un imminente aggiornamento delle graduatorie. Un aggiornamento ante tempore rispetto al tradizionale appuntamento al termine dell’anno scolastico che fino ad oggi aveva consentito a chi desiderava cambiare provincia, di ponderare con serenità le sue scelte; a chi desiderava inserirsi per la prima volta in graduatoria, di avere il tempo di conseguire il titolo; a chi aveva investito in master e titoli di aggiornamento professionale, di portarli a termine.

Perché, dunque, aggiornare le graduatorie, ad APRILE?! Inutile sottolineare quanto questa soluzione, crei contrattempi a 360 gradi, a cominciare dai punteggi di servizio non conteggiabili che impediranno a molti destinatari di contratto entro il 1 febbraio di caricare una annualità intera, fino al diritto negato ai vincitori delle prove concorsuali attualmente in corso che attendono di inserirsi in prima fascia quali abilitati; rendendo tutto talmente aleatorio e precario da prefigurare un caos totale dovuto ad una enorme incongruenza tra il dichiarato con riserva e l’effettivo conseguimento di ciò che si è dichiarato.

A noi tutti, risulterebbe invece lapalissianamente più lineare semplicemente attendere il 30 giugno, quando sarà tutto chiaro e REALE.

Per i motivi sopra esposti, chiediamo, unitamente, l’aggiornamento delle graduatorie al termine delle attività didattiche (30 giugno), al fine di vedere tutelato il nostro sacrosanto diritto di ponderare le nostre scelte per il nostro prossimo futuro professionale.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur