Aggiornamento GPS 24/26, laureati in SFP: prima fascia e punteggio aggiuntivo, valutazione servizi e durata del corso [GUIDA COMPILAZIONE DOMANDA]

WhatsApp
Telegram

I laureati in Scienze della formazione primaria, che si inseriscono nelle GPS, avranno un punteggio aggiuntivo per il percorso seguito. Non può essere valutato il servizio svolto durante il periodo di durata legale del corso di laurea.

Domande

Pubblicata l’OM n. 88/2024, gli aspiranti interessati possono presentare domanda entro le ore 23.59 del 10 giugno p.v., attraverso il portale INPA, raggiungibile all’indirizzo www.inpa.gov.it. ECCO L’AVVISO 

Per accedere alla compilazione dell’istanza occorre essere in possesso delle credenziali del Sistema Pubblico di identità digitale (SPID) o di quelle della Carta di Identità Elettronica (CIE). Inoltre, occorre essere abilitati al servizio “Istanze on line”.

Le domande si possono presentare per:

  • primo inserimento
  • aggiornamento e trasferimento provincia
  • trasferimento provincia

Evidenziamo che i docenti, i quali nel 2023/24 si sono inseriti nell’elenco aggiuntivo alla prima fascia, devono presentare domanda per essere inclusi a pieno titolo in prima fascia.

Graduatorie GPS 2024/26, domanda dal 20 maggio al 10 giugno: ecco come si presenta. ORDINANZA e NOTA. Con VIDEO TUTORIAL COMPLETO

Laureati in SFP

Il titolo, come sappiamo, è abilitante per cui i laureati in SFP:

  • si inseriscono nella prima fascia delle GPS infanzia e primaria (ricordiamo che possono inserirsi nella predetta prima fascia, anche i diplomati magistrale, entro l’a.s. 2001/02);
  • hanno attribuito, oltre al punteggio per il voto di laurea, anche un punteggio aggiuntivo dovuto alla selettività del percorso nonché alla durata del corso (come vedremo di seguito).

Punteggio titolo d’accesso

Come si legge nella Tabella A1 – sezione A, punto A1 – allegata all’OM 88/2024, il punteggio per la laurea in SFP (costituente il titolo d’accesso) è attribuito in base al voto conseguito per la medesima:

da 60 a 65 = p. 4
da 66 a 70 = p. 5
da 71 a 75 = p. 6
da 76 a 80 = p. 7
da 81 a 85 = p. 8
da 86 a 90 = p. 9
da 91 a 95 = p. 11
da 96 a 100 = p. 12

Nella tabella si precisa quanto segue:

  • nel caso in cui il voto dell’abilitazione (quindi nel nostro caso il voto di laurea in SFP) non sia espresso in centesimi, lo stesso è rapportato a 100. Le eventuali frazioni di voto sono arrotondate per eccesso al voto superiore solo se pari o superiori a 0,50;
  • qualora nel titolo non sia indicato il punteggio ovvero il giudizio finale non sia quantificabile in termini numerici, sono attribuiti p. 8

Punteggio aggiuntivo

Per la laurea in SFP al punteggio sopra indicato si somma il punteggio aggiuntivo previsto dal punto A2 della tabella A1.

Questo il punteggio aggiuntivo spettante per la laurea in esame:

  1. per l’abilitazione conseguita con la laurea in scienze della formazione primaria (indirizzo primaria e infanzia) dell’ordinamento precedente al D.M. 249/2010, sono attribuiti ulteriori P. 60 (di cui 48 per la durata quadriennale del percorso abilitativo e 12 per la selettività dello stesso percorso tenendo conto del superamento di prove di accesso selettive e dell’ammissione a corsi a numero programmato);
  2. per l’abilitazione all’insegnamento conseguita con la laurea in scienze della formazione primaria di cui al DM 249/2010 sono attribuiti ulteriori punti 72 (di cui 60 per la durata quinquennale del percorso abilitativo e 12 per la selettività dello stesso percorso tenendo conto del superamento di prove di accesso selettive e dell’ammissione a corsi a numero programmato).

Dunque, agli aspiranti in possesso di laurea in SFP:

  1. dell’ordinamento precedente al DM 249/2010 sono attribuiti, oltre ai punti per il voto di laurea, altri 60 punti: 12 punti all’anno per quattro anni – durata del corso –  e 12 punti per la selettività del percorso;
  2. dell’ordinamento di cui al DM 249/2010 sono attribuiti, oltre ai punti per il voto di laurea, altri 72 punti: 12 punti all’anno per cinque anni – durata del corso –  e 12 punti per la selettività del percorso.

Evidenziamo che i 12 punti all’anno, attribuiti per ciascun anno del percorso, compensano il mancato riconoscimento di eventuali servizi svolti durante lo stesso.

Servizi durante il corso di laurea

Nelle note alla sezione (c), relativa ai titoli di servizio, della più volte menzionata tabella A1, leggiamo quanto segue:

Il servizio prestato durante la frequenza dei percorsi di cui al punto A.2 non è valutato, essendo già ricompreso nella valutazione del titolo in ragione di 12 punti annuali.

A tale disposizione aggiungiamo la FAQ pubblicata nella pagina del sito del ministero dedicata all’aggiornamento delle GPS:

Sono una docente abilitata attraverso il corso di laurea in scienze della formazione primaria (5 anni) Gli anni fuori corso rientrano nella durata legale?

Per durata legale del corso (con punteggio corrispettivo) si intende la durata quadriennale o quinquennale del corso di laurea. Al sistema dovrà essere comunque dichiarata la data corretta di immatricolazione e laurea.
Rispetto al servizio, non è possibile contestualmente dichiarare il servizio svolto, su sostegno o posto comune per infanzia e primaria durante il periodo di durata legale. È possibile dichiarare il servizio eventuale su altre classi di concorso e ogni servizio svolto relativamente agli anni di eventuale fuori corso.

In base alla tabella di valutazione, alla FAQ e a quanto detto sopra:

  • ai laureati in SFP, che si inseriscono in prima fascia infanzia/primaria e a cui spetta il punteggio aggiuntivo, non sono valutati i servizi svolti nel periodo di durata legale del corso (quadriennale o quinquennale);
  • non è valutabile sia il servizio svolto su posto comune che quello svolto su posto di sostegno infanzia e primaria;
  • per durata legale del corso non si intende quanto tempo impiega il singolo studente, quanto piuttosto la durata prevista dall’ordinamento (quadriennale o quinquennale);
  • è possibile dichiarare l’eventuale servizio svolto su altre classi di concorso (fermo restando che si abbia il titolo d’accesso alla stessa classe di concorso), anche durante la durata legale del corso;
  • è possibile dichiarare ogni servizio svolto durante gli anni di eventuale fuori corso (anche quello prestato nella scuola dell’infanzia e primaria).

Le risposte ai quesiti

È possibile inviare un quesito all’indirizzo [email protected] (non è assicurata risposta individuale ma la trattazione di tematiche generali).

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri