Aggiornamento GaE: a breve il decreto, domande dal 7 al 21 marzo. Chiesto lo slittamento di almeno 15 giorni

WhatsApp
Telegram

Dopo la bocciatura dell’emendamento relativo alla proroga delle GPS, in sede di votazione in Commissione Bilancio per l’approvazione del Decreto Milleproroghe, il MI ha già comunicato di essere a lavoro perché, giunti a questo, le GPS si dovranno obbligatoriamente aggiornare ed entro l’inizio dell’estate.

L’impegno del MI sarà quello di evitare di riproporre l’aggiornamento in piena estate, ricordiamo che l’ultimo aggiornamento aveva come data ultima quella del 6 agosto.

Nessuna novità particolare in merito ai contenuti della bozza del Decreto di aggiornamento delle GaE, il testo riprende le indicazioni di quello precedente.

A breve la pubblicazione del decreto, inizio della procedura prevista dalla bozza del decreto per il 7 marzo e termine al 21 marzo 2022

Giuseppe Faraci (Anief)

Unanime da parte di tutte le organizzazioni sindacali, presenti all’informativa, per Anief era presente il segretario generale Giuseppe Faraci, la richiesta di slittamento, di almeno 15 giorni. dell’inizio delle procedure. Ciò al fine di evitare accavallamenti con le operazioni relative alla mobilità e di garantire allo stesso tempo la possibilità di maturare l’intero punteggio di servizio e l’acquisizione dei titoli dichiarabili in domanda.

Sarà possibile cambiare provincia, che potrà essere diversa da quella che poi verrà scelta con le GPS, e saranno possibili i reinserimenti di chi non ha partecipato agli aggiornamenti precedenti e per questo cancellato.

Saranno chiamati ad aggiornare, circa 52.000 docenti, di cui 7.000 ca. della scuola secondaria di I e II grado, 15.000 ca. della scuola primaria e 30.000 ca. della scuola dell’infanzia.

Dopo la bocciatura dell’emendamento relativo alla proroga delle GPS, scrive l’Anief, in sede di votazione in Commissione Bilancio per l’approvazione del Decreto Milleproroghe, il MI ha già comunicato di essere a lavoro perché, giunti a questo, le GPS si dovranno obbligatoriamente aggiornare ed entro l’inizio dell’estate. L’impegno del MI sarà quello di evitare di riproporre l’aggiornamento in piena estate, ricordiamo che l’ultimo aggiornamento aveva come data ultima quella del 6 agosto.

Nessuna novità particolare in merito ai contenuti della bozza del Decreto di aggiornamento delle GaE, il testo riprende le indicazioni di quello precedente.

Unanime da parte di tutte le oo.ss., presenti all’informativa, per ANIEF era presente il segretario generale Giuseppe Faraci, la richiesta di slittamento, di almeno 15 gg. dell’inizio delle procedure. Ciò al fine di evitare accavallamenti con le operazioni relative alla mobilità e di garantire allo stesso tempo la possibilità di maturare l’intero punteggio di servizio e l’acquisizione dei titoli dichiarabili in domanda.

Sarà possibile cambiare provincia, che potrà essere diversa da quella che poi verrà scelta con le GPS, e saranno possibili i reinserimenti di chi non ha partecipato agli aggiornamenti precedenti e per questo cancellato.

Saranno chiamati ad aggiornare, circa 52.000 docenti, di cui 7.000 ca. della scuola secondaria di I e II grado, 15.000 ca. della scuola primaria e 30.000 ca. della scuola dell’infanzia.

GaE Graduatorie ad esaurimento si riaggiorneranno nella primavera 2022? Possibili nuovi inserimenti?

Chi può presentare domanda: personale docente ed educativo inserito a pieno titolo o con riserva nelle fasce I, II, III e aggiuntiva (IV) delle GAE, compresi i docenti cancellati per non aver presentato la domanda in occasione di precedenti aggiornamenti.

Modalità di presentazione delle domande: attraverso Istanze on Line (POLIS)”, con credenziali SPID o utenza valida per l’accesso al servizio.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur