Agevolazione per i lavoratori della scuola, Pacifico (Anief): “La priorità resta adeguare gli stipendi all’inflazione”

WhatsApp
Telegram

“Benefit agli insegnanti, treni, aerei, agriturismo? Magari un giorno si potrebbe estendere a palestre, cinema, piscine, spa, bonus benzina e alloggi”: è questo il commento di Marcello Pacifico, presidente nazionale del sindacato Anief, alle parole del Ministro Valditara.

Come ha riportato anche la  rivista specializzata Orizzonte Scuola. Infatti, “in una lettera inviata al personale scolastico, il Ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara, ha espresso il suo impegno nei confronti del personale scolastico, evidenziando come la scuola rappresenti un pilastro fondamentale per la costruzione del futuro della nazione. Grazie alla collaborazione tra istituzioni e imprese, il Ministro ha annunciato un piano sperimentale finalizzato all’incremento di misure di welfare. Queste ultime, tradotte in specifici benefit, saranno rivolte al personale scolastico per facilitare l’accesso a determinati beni e servizi. In questa iniziativa, sono stati stipulati accordi sperimentali con Trenitalia, Italo e ITA Airways, proponendo agevolazioni nel settore dei trasporti. Estensioni di queste misure sono previste anche per alcuni servizi presso gli Aeroporti di Roma – Fiumicino e Ciampino. Un ulteriore passo avanti è rappresentato dalla collaborazione con l’Associazione Coldiretti, attraverso la quale vengono offerte agevolazioni per l’acquisto di prodotti e l’utilizzo di servizi in mercati e agriturismi”.

“Un’idea buona che non può però distogliere l’attenzione dalla paura di non avere risorse previste per la scuola nella Legge di bilancio, dalle necessità di adeguare gli stipendi all’inflazione. Diverse categorie di dipendenti pubblici – a partire dalle forze dell’ordine – hanno dei riconoscimenti grazie ad accordi specifici, ma la situazione del personale scolastico è sempre più problematica, sul filo della soglia della povertà rispetto all’aumento del costo della vita degli ultimi 20 anni, soprattutto se pensiamo ai docenti fuori sede che devono mantenersi in una città lontano dalla propria residenza, con caro affitti e viaggi costosissimi per tornare dalle proprie famiglie”, ha affermato Pacifico.

“Come Anief ribadiamo la richiesta al Governo di dare un miliardo alla scuola come peraltro pensiamo lo stesso ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara, abbia chiesto e di destinare gli altri 4 miliardi già stanziati al recupero, almeno dell’indennità di vacanza contrattuale, come abbiamo più volte suggerito al ministro Zangrillo”, ha concluso il sindacalista autonomo.

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno IX ciclo. Corso online per il superamento della prova scritta e orale: promozione Eurosofia a soli 70€