Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Agevolazione pensione invalidi statali: cosa è previsto?

Stampa

Quali sono le agevolazioni previdenziali per i dipendenti invalidi del settore pubblico?

La normativa previdenziale propone diverse agevolazioni per i lavoratori disabili. Mentre alcune sono espressamente mirate per i dipendenti del settore privato, altre sono aperte anche ail lavoratori del pubblico impiego.

Rispondiamo ad un nostro lettore che ci chiede:

Buongiorno, volevo sapere se ci sono delle agevolazione per invalidità civile al 100% essendo un lavoratore statale. Grazie

Agevolazioni pensione invalidi statali

Per i lavoratori del settore pubblico con inabilità lavorativa sono previsti tre specifici modi di pensionarsi:

  • Pensione di inabilità assoluta e permanente alla mansione lavorativa
  • Pensione di inabilità assoluta e permanente a qualsiasi proficuo lavoro
  • Pensione di inabilità assoluta e permanente a qualsiasi attività lavorativa

In ogni caso l’inabilità lavorativa deve essere accertata dalla ASL tramite visita medico-collegiale. I dipendenti possono richiedere al proprio datore di lavoro, quando non è più in grado di lavorare a causa della patologia, si essere sottoposti alla visita in questione per il riconoscimento dell’inabilità lavorativa che può essere parziale (ed in questo caso è possibile il collocamento allo svolgimento di altra mansione, in mancanza di posizione lavorativa adatta potrà essere dispensato dal servizio) o totale.

Il lavoratore statale con invalidità,  in ogni caso, se ha compiuto i 63 anni ed ha percentuale pari o superiore al 74%, potrà accedere alla pensione con Ape sociale (attualmente in vigore fino alla fine del 2021) in presenza di almeno 30 anni di contributi. Se il lavoratore è anche precoce, con almeno 12 mesi di contributi versati prima del compimento dei 19 anni, potrà accedere anche alla quota 41.

Per i lavoratori statali non è possibile fruire di altre agevolazioni previdenziali che sono destinate ai dipendenti privati, come la pensione di vecchiaia anticipata o l’assegno ordinario di invalidità, proprio per questo motivo è determinante per la dispensa dal servizio l’accertamento dell’inabilità lavorativa.

Per approfondire l’argomento invito alla lettura dell’articolo: Pensione anticipata e invalidità, requisiti diversi per gli statali: differenze tra infermità permanente e inabilità

Stampa
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur