“Agente 0011”, al via progetto per sviluppo sostenibile che coinvolgerà gli studenti

Stampa

Al via il progetto “Agente 0011” che coinvolgerà gli studenti delle scuole italiane sullo sviluppo sostenibile. Un progetto che vedrà protagoniste sul territorio un gruppo di onlus a supporto degli alunni che porteranno avanti nell’anno scolastico progetti sul territorio.

Sono cinque i ‘content creators’, Cesca, Dose, Eleonora Olivieri, Nadia Tempest e Vincenzo Tedesco, che sono diventati ‘ambasciatori’ degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile compresi nell’Agenda 2030, per conciliare la dimensione della sostenibilità con i fattori economici, sociali, umanitari e ambientali dello sviluppo, attraverso un impegno globale da parte di tutti i Paesi.

I creators hanno lanciato una sfida agli oltre 5 milioni di utenti che seguono i loro canali attraverso dei video che illustrano il contenuto dei vari obiettivi: dalla lotta alla povertà e alle disuguaglianze al diritto alla salute, dal contrasto alla malnutrizione, passando per l’impegno in favore dell’uguaglianza di genere, sino alla creazione di città inclusive e sostenibili. E’ proprio dallo sviluppo di quest’ultimo obiettivo che nasce il progetto “Agente 0011” con gli studenti delle scuole italiane. Il progetto, co-finanziato dall’Aics (Agenzia Italiana della Cooperazione allo Sviluppo) nell’ambito del bando Educazione alla Cittadinanza Globale 2016, è portato avanti da ActionAid, Amref, Asvis, Cesvi, CittadinanzAttiva, La Fabbrica e Vis.

Il progetto prevede come strumento di comunicazione online il portale “Agente 0011 – Licenza di salvare il pianeta”, realizzato da La Fabbrica in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione. Attraverso la piattaforma, scuole primarie e secondare di tutta Italia potranno accedere a contenuti speciali suddivisi in quattro aree tematiche (Diritti e uguaglianza, Beni e risorse, Benessere e salute, Ambiente e territorio). Storie di successo, testimonianze dai Paesi Sud del mondo e dall’Italia, materiali fotografici e video, pillole didattiche e giochi interattivi arricchiranno l’esperienza delle classi che decideranno di iscriversi al portale. Le attività territoriali del progetto saranno realizzate in 6 città – Catania, Milano, Napoli, Roma Siracusa e Torino – per un totale di 60 classi di scuole secondarie di primo e secondo grado coinvolte.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur