Affinati: lezione di 40 minuti, no solo frontale, sperimentiamo classi aperte

Stampa

Eraldo Affinati è stato intervistato da Repubblica sulla nuova didattica che ci attende al rientro a scuola.

Secondo lo scrittore portare le ore a 40 minuti non può che giovare agli studenti e permetterà ai docenti di insegnare su più gruppi classe.

E’ proprio questa la novità secondo Affinati: la didattica per livelli. Non più tutti che seguono le stesse lezioni, ma differenziazioni che porteranno a livellare verso l’alto.

Una riflessione anche sulle lezioni all’aperto o nei musei: l’insegnante diventa una guida, la valutazione diventa condivisa perché il docente mostra a tutta la classe il lavoro che si fa insieme.

Ovviamente, Affinati parla di risorse: di quelle che comunque non ce ne sono mai abbastanza.

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia