Adolescenti e internet: un consiglio per indirizzare i genitori e i ragazzi verso i pericoli e le opportunità del mondo digitale

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Ragazzi, genitori e istituzioni sono per me da sempre un triangolo vincente.

È importante che tutti interagiscano tra loro per indirizzare le nuove generazioni verso un uso consapevole della tecnologia. I genitori, dovrebbero essere i primi a “studiare” i reali pericoli del web. Troppo spesso sono proprio loro a non conoscerli e, di conseguenza, come faranno a mettere in guardia i figli?

In qualità di Presidente dell’Associazione Nazionale Di.Te. (Dipendenze Tecnologiche, Gap e Cyberbullismo), insieme al team di psicologi, psicoterapeuti ed educatori esperti su queste tematiche, condividiamo già da tempo la possibilità di introdurre nelle scuole una nuova materia. Basterebbe un’ora a settimana di “consapevolezza digitale”. Una lezione a cui sarebbe meraviglioso se partecipassero anche i genitori. Solo così, acquisendo conoscenza del problema si può cerare di risolverlo e rendere i ragazzi più coscienti di ciò che il mondo del web può riservare, in positivo e in negativo. I ragazzi devono essere educati al mondo del web. Secondo recenti dati di una ricerca Eurispes, circa l’80% dei genitori ha paura che il proprio figlio possa chattare con degli adulti su internet ma, paradossalmente, solo il 2% ha spiegato loro le conseguenze di questo atteggiamento e la possibilità che si verifichi questa situazione. Io questa la definirei “incoerenza digitale”.

La scuola può a mio avviso fare tanto. Insegnare e trasmettere la consapevolezza dello strumento che si utilizza è fondamentale. I ragazzi devono essere responsabilizzati. Inoltre, sarebbe anche importante che gli stessi genitori riuscissero a mantenersi sempre aggiornati sui social che continuano a comparire sul web. Spesso alcuni di loro non li conoscono nemmeno ma permettono ai propri figli di scaricarli e utilizzarli. La conoscenza e la consapevolezza prima da parte di noi genitori può realmente fare la differenza e aiutare i nostri figli a prendere il bello e l’utile che il mondo web può offrire.

Versione stampabile
anief banner
soloformazione