Addio scatti di anzianità, così docenti perdono fino a 8.500 euro anno. ANIEF: sapevamo già

Stampa

L'ANIEF attacca a testa bassa, se si limita al 20% rispetto all’attuale il margine di incremento retributivo legato all’anzianità di servizio si potrebbe subire una perdita secca di circa 8.500 euro.

L'ANIEF attacca a testa bassa, se si limita al 20% rispetto all’attuale il margine di incremento retributivo legato all’anzianità di servizio si potrebbe subire una perdita secca di circa 8.500 euro.

L'attacco del giovane sindacato è rivolto anche ai sindacati che oggi hanno fatto circolare un comunicato legato proprio all'abolizione degli scatti di anzianità.

Come fossero stati folgorati sulla via di Damasco, due di quei sindacati firmatari dell’accordo del 2011 – dice Marcello Pacifico, presidente Anief e segretario organizzativo Confedir – si accorgono solo ora che gli aumenti stipendiali automatici del personale che dovrebbero tutelare non ci sono più. E rischiano di trasformarsi in indennità da assegnare attraverso una sorta di prestazione occasionale. Ci sono voluti quattro anni, durante i quali il Governo non ha stranamente provveduto al promesso taglio del 30% dei distacchi sindacali ma ha rinnovato la rappresentatività sindacale, perché si riprendessero da questo vuoto di memoria. E lo fanno oggi, guarda caso, a pochi giorni dal rinnovo delle Rsu in oltre 8.400 istituti autonomi, tappa fondamentale per mantenere in vita lo status quo”.

Sindacati ai margini delle riforme, mentre insegnanti rischiano di perdere 8.500 euro

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur