Addio bocciature alle elementari e limitazioni alle medie. Per le superiori si punta ad allargare le maglie

Stampa

Al Ministero si lavora per abolire definitivamente le bocciature alle elementari. Una novità che affiancherà la riforma degli esami di stato per secondaria di I e II grado.

L’intenzione del Ministero, secondo quanto apprendiamo e già pubblicato questo lunedì dalla nostra redazione, è di non rendere più possibile la non ammissione degli alunni all’anno successivo per quanto riguarda la scuola primaria.

Una riforma che punta anche alla scuola secondaria di I grado, dove la bocciatura costituirà una situazione eccezionale e limitata. Esami licenza media, riforma: due soli scritti, prova Invalsi con inglese, addio bocciature e voti in lettere con giudizio

Per quanto riguarda le scuole superiori, le notizie circolanti in questi giorni mostrano la volontà di allargare le maglie e ridurre al minimo i casi di bocciatura.

Una riforma complessiva che se non punta ad una eliminazione del valore legale del titolo di studio, ne sposta il barometro verso una maggiore valorizzazione delle certificazioni delle competenze che diventeranno la vera discriminante del percorso di studi.

Basti pensare alla volontà di inserire nella valutazione fiale, con una voce a sé stante, i risultati delle prove Invalsi.

Tutto sulla riforma delle superiori

Cosa ne pensi? Commenta su FaceBook

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur