Addio a Sofia Sacchitelli, morta la studentessa simbolo della lotta alle malattie rare

WhatsApp
Telegram

La giovane studentessa genovese di Medicina, Sofia Sacchitelli, è stata colpita da un raro tumore, l’angiosarcoma cardiaco all’atrio destro, che l’ha portata via prematuramente nella notte tra domenica e lunedì.

Sofia sapeva di avere poco tempo a disposizione, ma ha deciso di non arrendersi e di fare qualcosa di utile per gli altri. Insieme alla mamma e alla sorella Ilaria, ha fondato l’associazione “Sofia nel cuore” per raccogliere fondi e sostenere la lotta contro le malattie rare.

Sofia è diventata un simbolo per molte persone che stanno combattendo malattie rare. La sua ultima intervista al Corriere della Sera testimonia il suo desiderio di essere utile agli altri, nonostante la difficile situazione in cui si trovava. Recentemente, la ragazza è stata insignita della prima medaglia d’oro al merito della storia dell’Università di Genova, un riconoscimento straordinario per il suo coraggio e la sua determinazione.

Le squadre di calcio Genoa e Sampdoria hanno anche contribuito alla causa, sostenendo l’associazione “Sofia nel cuore” e rendendo omaggio alla giovane attraverso la patch “Sofia nel cuore” sul colletto delle loro maglie. Tutte le informazioni sull’associazione e la storia di Sofia possono essere trovate sulla pagina Instagram omonima. In queste ore, i messaggi di solidarietà e cordoglio stanno affluendo sui social media. Sofia sarà sempre ricordata come un simbolo di speranza e di lotta contro le malattie rare.

WhatsApp
Telegram

Prova orale concorso docenti secondaria 1° e 2° grado: come affrontarla in maniera efficace. III edizione, con esempi e UdA