Addio a Roncoroni scrittore, linguista e saggista, acuto studioso di D’Annunzio

Stampa

Lo scrittore, linguista e saggista Federico Roncoroni, autore di “Grammatica essenziale della lingua italiana”, tra i testi più adottati in assoluto nelle scuole italiane, amico e collaboratore di Piero Chiara e studioso di Gabriele d’Annunzio, è morto domenica scorsa a Como all’età di 76 anni.

Il funerale si è svolto a Como, in forma strettamente privata, oggi 3 febbraio. Per volontà dello stesso Federico Roncoroni, come ha detto la famiglia all’Adnkronos, la notizia della sua scomparsa è stata diffusa a esequie concluse.

Roncoroni era nato a Como il 2 ottobre 1944 ed aveva vissuto a lungo negli Usa, per poi far ritorno nella città lombarda.

Alla sua firma si deve anche il celeberrimo “Testo e contesto. Guida all’analisi delle opere degli autori nel loro tempo” su
cui si sono formate più generazioni. Alla sua vita di “professore a distanza prestato ai libri” -secondo una sua stessa locuzione- Roncoroni era arrivato dopo vent’anni di insegnamento.

Stretto collaboratore e amico di Piero Chiara, Roncoroni di tanto in tanto concedeva ai suoi lettori qualche rarità. Alla collaborazione con Chiara, ancora, si devono una traduzione del “Satyricon” di Petronio e una minuziosa e acuta “Vita di Gabriele d’Annunzio” che riscontrò un grande successo. Su D’Annunzio si ricordano le curatele di “Il piacere”, “Alcyone”, “Solus ad solam” e le “Lettere d’amore a Barbara Leoni”).

Stampa

Graduatorie terza fascia ATA: incrementa il punteggio con le offerte Mnemosine, Ente accreditato Miur